Utente 404XXX
Gentili Dottori,
vi scrivo perché vorrei il Vostro parere sulla diagnosi comunicata ieri dal mio ginecologo, inaspettata e motivo di sconforto e preoccupazione per me e mio marito, che abbiamo rispettivamente 30 e 29 anni, siamo sposati da 2 anni e solo da un paio di mesi a questa parte abbiamo seriamente iniziato ad avere il desiderio di un bambino. Abbiamo effettuato una visita di controllo preventiva dal ginecologo,x procedere all'interruzione dell'anticoncezionale che assumo da 4 anni (Nuvaring) a causa di importante dismenorrea (sono anche portatrice sana di anemia mediterranea, e pertanto i miei problemi di ferro basso peggioravano ulteriormente con il ciclo mestruale). Abbiamo raccontato di un intervento subito da mio marito all'età di 9 anni al testicolo destro per "testicolo ritenuto", intervento conclusosi stando ai referti in maniera positiva e senza conseguenze se non quella che risulti visibilmente meno sviluppato dell'altro. Il ginecologo ci ha perciò consigliato di eseguire quanto prima uno spermiogramma con spermiocoltura, che è stato prontamente eseguito:
ESAME DEL LIQUIDO SEMINALE SEC. WHO
FASE PREANALITICA:
Giorni di astinenza 3 gg
Raccolta esterna
Interv. tra raccolta e valutazione: 60 min
VALUTAZIONE MACROSCOPICA:
Colore: bianco grigiastro
Volume: 4,2 ml
Ph: 7,8
Coagulo: presente
Viscosità: aumentata (metodo di Hotchkiss)
Fluidificazione completa: dopo 90 minuti
VALUTAZIONE MICROSCOPICA:
Numero spermatozoi: 40 milioni/ml. (Conta in camera di Makler)
Numero spermatozoi totali: 168 milioni
MOTILITA' SPERMATOZOI:
A Rapidamente progressiva lineare: dopo 1h: 15% - dopo 2h: 10% - dopo 4h: //
B Lentamente progressiva: dopo 1h: 20% - dopo 2h 15% - dopo 4h: 20%
C Non progressiva: dopo 1h: 15% - dopo 2h: 20% - dopo 4h: 20%
D Immobili: dopo 1h :50% - dopo 2h: 55% - dopo 4h: 60%
MORFOLOGIA SPERMATOZOI:
Forme normali: 45% - Forme anomale: 55%
Cell. spermatogene, Leucociti, Cell. epitelliali, batteri, emazie, pseudo agglutinazioni, agglutinazioni: TUTTO ASSENTE
SPERMIOCOLTURA: TUTTO NEGATIVO
GIUDIZIO CONCLUSIVO: OLIGOASTENOZOOSPERMIA
con questo referto mi sono recata ieri dal ginecologo, pensando che ci fosse qualche problema, ma la situazione che mi è stata dipinta è stata peggiore diquanto immaginassi: mi ha spiegato che le possibilità sono pressoché nulle se non inesistenti, mi ha consigliato di rivolgerci immediatamente ad un suo collega presso un importante centro di fertilità per una visita specialistica e per scongiurare anche il rischio di un varicocele che qualora accertato andrebbe operato. Per me invece sospensione immediata del Nuvaring ed una serie di esami (tube, dosaggi ormonali, monitoraggi..) La situazione è così grave come l'ha descritta, tanto da rivolgerci subito e con urgenza a questo centro? Purtroppo non sono riuscita a far altro che ascoltare in silenzio le sue parole cercando di metabolizzarle e capire come riferirle a mio marito che x cause lavorative non era lì con me.Vi ringrazio per l'eventuale risposta.
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
cambi ginecologo e cambi laboratorio. Che quell' esdame non è stato fatto secondo le norme della organizzazione mondiale della sanità, e dica al ginecologo che la concentrazione normale è 20 milioni o più per ml. Dica inoltre al ginecologo che gli spermatozoi male esaminati come i presenti, sono più lenti del normale. Come appunto sono.
Nell' ottica che spero di esserle stato diaiuto le rinnovo la raccomandazione di andare ion laboratorio dedicato che segua le tali norme.
[#2] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dott.Cavallini,
La ringrazio moltissimo per la tempestiva risposta e per il Suo consiglio che accetto senz'altro. Posso chiederLe se possibile, di spiegarmi il motivo per cui l'esame non rispetta gli standard previsti dall'OMS?
Ritiene la diagnosi fornita dal ginecologo troppo "severa"?
Inoltre volevo chiederLe se in qualche modo, uno stress psico-fisico, avuto qualche giorno prima dell'esame, possa aver compromesso l'attendibilità dei valori, con la speranza che nel prossimo spermiogramma che andremo sicuramente a ripetere fuori dal mio paese, i valori lascino una speranza.
La ringrazio nuovamente per la Sua risposta.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
1) una corretta valutazione della motilità avviene alla liquefazione e dopo due ore: non a 1, a 2 e 4
2) Una corretta valutazione della morfologia non arriva a percentuali di normalità superiori al 20% a meno della indicazione WHO 2002, che qua non compare. Suo marito ha il 55%
3) Le cellule spermatogene non esitono. Ci sono gli spermatogoni e vanno contati, ci sono le cellule rotonde e vanno contate.
4) i leucociti, i batteri e le cellule epiteliali vanno contate.
5) La concetrazione minima richiesta è sui 20-25 milioni, suo marito ne ha 40.
IN SOLDONI: non ci ha preso o azzeccato in niente.
Lo ripeta lo spermiogramma il marito ed apsettiamo a dire che vi sono altertazioni o meno. Che in genere gli spermiogrammi fatti male (come questo) fanno vedere alterazioni che non ci sono. Se vi sono cause di alterazioni si correggeranno: varicocele compreso: intervento che si fa in 20-30 minuti coi guantoni da boxe e gli occhiali da sole.

"Ritiene la diagnosi fornita dal ginecologo troppo "severa"?". Cara signora, la ringrazio per avermi insegnato la diplomazia. Io sono più sanguigno.
Ergo: lasci perdere al momento il centro di infertilità.
[#4] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
Gentile Dottore,
La ringrazio per la spiegazione molto chiara che mi ha fornito, e soprattutto La ringrazio per la determinazione della Sua risposta. Se avrà piacere, La aggiorneremo sull'esito del secondo esame che come scritto nel precedente messaggio, verrà eseguito in un centro al di fuori del nostro paese; La ringrazio per avermi fornito le delucidazioni necessarie a capire che l'esame è stato fatto in maniera "superficiale"dal Laboratorio, peccato che la stessa superficialità non sia stata applicata anche al costo del servizio...
La ringrazio ancora e Le auguro buona serata!
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Ok, a disposizione. Vada a bari al policlinico a fare esame con la mutua.
[#6] dopo  
Utente 404XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno Dottore/i,
sono trascorsi vari mesi da questa mia richiesta di consulto e nel frattempo ci siamo rivolti presso un centro specialistico della nostra zona, dal quale ieri abbiamo tirato le somme.
E' stata diagnosticata una prostatite (prostata aumentata di volume e congesta, 33 ml volume e 34 gr di peso) con presenza di terzo lobo, alcune calcificazioni, in cura con Mictaprox supposte, Prostaflog e Venoman, e infezione da Ureaplasma. Trattamento con due cicli di antibiotico Klacid e fermenti lattici Brefovil.
Gli esami rifatti al centro, hanno confermato una condizione di TERATOZOOSPERMIA con solo il 2% di forme normali: gli spermiogrammi effettuati presso questo centro sono stati eseguiti a tre mesi di distanza, con una cura per 4 mesi di Fertiplus SOD e l'ultimo è di seguito indicato:
VOLUME (ML): 2,5
LIQUEFAZIONE: FISIOLOGICA
PH: 8,00 (V.R.>7,2)
N.SPERMATOZOI/ML: 35.000.000 (V.R.5°PERCENTILE >15 MILIONI//ML)
N.SPERMATOZOI/ ML: 87.500.000 (V.R.5°PERCENTILE >39 MILIONI/EIACULATO)
MOTILITA' PROGRESSIVA (PR): 56% ((V.R.5°PERCENTILE >=32%)
MOTILITA' NON PROGRESSIVA (NP): 12%
MOTILITA' PR+NP: 68%
IMMOBILI: 32%
LEUCOCITI: < 35.000 (<1 MILIONE/ML)
AGGLUTINATI: ASSENTI
CELLULE ESPITELIALI: ASSENTI
CRISTALLI DI SPERMINA: ASSENTI
CELLULE: 660.337 (< 5 MILIONI/ML)
AGGREGATI: ++- (ASSENTI)
BATTERI: +--(ASSENTI)
DETRITI PROSTATICI:: ++- (ASSENTI)
SWELLING TEST: L'ESAME DIMOSTRA CHE IL 78% DEGLI SPERMATOZOI PRESENTA NORMALE ATTIVITA' DI MEMBRANA E IL 22% EVIDENZIANO ALTERATA PERMEABILITA' ALLA SOLUZIONE IPOSMOTICA ( V.R.>=58%)

SPERMIOCITOGRAMMA:
SPERMATOZOI NORMALI: 2%
TESTE AMORFE: 47%
TESTE VACUOLATE: 2%
ALLUNGATI: 17%
MICROCEFALI: 0%
MACROCEFALI: 4%
SENZA ACROSOMA: 8%
ANGOLATI: 3%
AFLAGELLATI: 1%
FLAGELLI ISOLATI: 4%
FLAGELLI AVVOLTI: 9%
FLAGELLI CORTI: 1%
FORME IN LISI: 0%
FORME IMMATURE: 2%
FLAGELLO DUPLICE: 0%
TESTA DUPLICE: 1%
FORME MULTIPLE: 0%

ANALISI DELLA FRAMMENTAZIONE DEL DNA:
NON FRAMMENTATI: 228 - %71,9
FRAMMENTATI: 89 - %%28,1

In 4 mesi di cura, l'unica miglioria evidente è a carico della prostata, che dall'ultima visita risulta decongestionata e diminuita di 10 ml di volume e 10 gr di peso dalla prima visita risalente al marzo 2016.
Per quanto riguarda la situazione spermiogramma, con la cura del Fertiplus SOD è stato riscontrato un aumento degli spermatozoi (da 25.800.000 a 35.000.000) e della loro motilità (PR dal 40% al 56%, PR+NP dal 53% al 68% ed una diminuzione degli spermatozoi immobili dal 46% al 32% e di quelli NON PROGRESSIVI dal 13% al 12%).
Alla nostra domanda se questa situazione può permetterci di concepire naturalmente, e se soprattutto la gravidanza possa essere "sana" viste le forme normali al solo 2%, ci è stato risposto che continuando la cura andrà tutto bene.
Onestamente questo percorso ci è costato troppo per le nostre condizioni economiche e non siamo più in grado di proseguire oltre, mio marito è scoraggiato perché entrambi pensavamo, in rapporto al tempo e denaro speso, di ottenere risultati più consistenti ed incoraggianti. Senza contare poi la situazione di"distruzione" di coppia derivante da questo percorso (stress, astinenza da rapporti).
La nostra ultima richiesta prima di buttare via tutto, è un parere medico, onesto e disinteressato, che ci dica con franchezza che possibilità ci siano, alla luce di quanto sopra, di avere un bambino naturalmente, senza alimentare false speranze. Non possiamo permetterci fecondazioni o ICSI, e sinceramente non vogliamo neanche ricorrere a questi mezzi, così come non abbiamo intenzione, con tutto il rispetto per chi decide di farlo, di affrontare a neanche 30 anni un percorso per anni ed anni che già ora per pochi mesi ci ha distrutti psicologicamente ed economicamente. Abbiamo letto che la teratozoospermia è difficilmente migliorabile.
Confidiamo in una vostra risposta, in un vostro parere medico obiettivo per illuminarci sulla decisione da intraprendere.
Grazie mille per la Vostra attenzione
Cordiali saluti