Utente 406XXX
Buongiorno,
Ho 31 anni ed non ho mai avuto gravidanze. Negli ultimi tempi ho avuto degli spotting nei 3/4 giorni prima delle mestruazioni che però non mi creano particolari problemi.
Dall'ultima visita ginecologica è emerso che ho un mioma im a livello della regione istmica che impronta la Cu con diametro 29x23x21 mm. Nel referto dell'ecografia trans vaginale viene inoltre riportato "utero regolare per forma e morfologia, eco struttura omogenea. Endometrio iperecogeno regolare, Massimo spessore 5,4 mm. Non falde liquide nel Douglas. "
Ho chiesto un consulto sia al mio ginecologo sia ad un altro specialista riguardo al mioma e le opinioni sono molto contrastanti:
- uno mi ha suggerito di intervenire con miomectomia lps in quanto il mioma avrebbe potuto crearmi complicanze in una eventuale futura gravidanza (che attualmente non cerco) e che gli spotting dipendono dal mioma.
- l'altro mi ha sconsigliato l'intervento definendolo assurdo per le piccole dimensioni del mioma e sostenendo che il mioma nn avrebbe creato complicanze in gravidanza salvo il rischio di un parto cesareo pianificato. Inoltre secondo lui la laparoscopia avrebbe potuto esser infruttuosa vista la piccola dimensione del mioma e che quasi sicuramente in futuro causa intervento avrei dovuto avere un parto cesareo. Il suo suggerimento è stato di controllare la crescita del mioma con visita ogni 6 mesi.
È consigliabile intervenire con laparoscopia? Quali sarebbero i rischi per eventuali gravidanze di effettuare l'intervento? E quali se non mi sottoponessi ad intervento?
Vi ringrazio molto per l'attenzione e porgo distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Viste le piccole dimensioni del mioma , la sua localizzazione intramurale , in zona istmica importante durante l'espletamento di un parto , valuterei la sua crescita nel tempo , oltretutto in questo momento non desidera una gravidanza .
Un tentativo ormonale di riduzione della crescita si potrebbe fare con una pillola o con cicli di Ulipristal acetato (non mi chieda il nome commerciale ) utilizzato anche in caso di preparazione all'intervento di MIOMECTOMIA.
SALUTI