Utente 324XXX
buongiorno, ho 29 anni (quasi 30).. l'anno scorso in seguito a una visita ginecologica e ecografia in 3d ho confermato di avere un setto all'utero di 2.5 cm (dubbio che mi avevano già messo in testa nove anni fa in seguito a un'interruzione di gravidanza).
a venti/ventuno anni sono rimasta incinta con lo stesso partner di ora che nel frattempo è diventato mio marito, ma per scelta abbiamo deciso vista la giovane età e il poco tempo di conoscenza tra noi due a quel tempo, di interrompere (seppur con enorme sofferenza) la gravidanza. in quell'occasione rimasi incinta con coito interrotto.
torniamo al mio setto: la mia ginecologa mi ha consigliato di eliminarlo perchè ora desidereremo avere dei figli e lei mi ha fatto capire che ci sarebbe stato un alto rischio di gravidanza non portata a termine (considerando che a vent'anni a due mesi di gravidanza che poi ho interrotto avevo già avuto due "minacce d'aborto").
così mi sono sottoposta a un intervento di metroplastica a bologna in isteroscopia con sedazione; l'intervento è andato bene e al momento che hanno eliminato il setto hanno trovato e tolto un mioma di 1.5cm che non sapevo di avere perchè era nascosto dal suddetto setto (l'esame istologico ha classificato il mioma come benigno come già mia aveva anticipato il chirurgo).
dopo l'isteroscopia di controllo (andata bene) abbiamo iniziato i primi tentativi per avere un figlio...assumo da due mesi acido folico e al secondo tentativo ancora nulla.. da considerare che non ho avuto rapporti sempre ma solo mirati nel periodo dell'ovulazione più o meno a giorni alterni..io riconosco la mia ovulazione da perdite molto evidenti e dolorini che da sempre ho in quel momento del ciclo.
la mia domanda è: vista la miomectomia e metroplastica a cui sono stata sottoposta, visto il fatto che ho un ciclo attualmente di circa 26/27 giorni ma è sempre stato molto regolare e abbondante fin da quando ho 13 anni,visto il mio utero retroverso e vista la mia precedente interruzione di gravidanza lei ritiene attualmente che io debba preoccuparmi?posso avere perdite e sintomi da ovulazione senza in realtà aver ovulato?la ringrazio e mi scuso per le infinite parole...la sintesi non è ilmio dono primario purtroppo

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
La conferma della ovulazione può averla utilizzando degli stick presenti in farmacia , o monitorando eco graficamente la stessa.
A volte i sintomi non sono sempre presenti allo stesso modo.
L' ovulazione non viene influenzata dai fattori da lei elencati: retroversione uterina, metro plastica e precedente Ivg.
Salutoni
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 324XXX

la ringrazio per la risposta velocissima...forse ho scritto troppo nel messaggio precedente...ma vorrei chiederle se secondo lei al secondo tentativa andato "in fumo" ritiene che io debba preoccuparmi o pensa che sia normale..quando si cerca un figlio sembra che non arrivi mai ..

[#3] dopo  
Utente 324XXX

buongiorno,
torno nuovamente a scrivere e purtroppo ancora non è arrivata la gravidanza tanto desiderata.
ho eseguito ad agosto 2015 il pap test e visita ginecologica annuale e tutto è andato perfettamente anzi la mia ginecologa mi disse che il mio utero era in perfetta forma e che secondo lei non avrei impiegato tanto a rimanere incinta,tra l'altro ha confermato che ero in periodo di ovulazione durante la visita (le ricordo che ad aprile 2015 ho subito un intervento in isteroscopia di metroplastica e miomectomia). l'unico appunto che la ginecologa mi fece ad agosto fu che secondo lei era un pò presto per iniziare a cercare e che l'utero si doveva un attimo assestare quando il chiururgo invece mi aveva detto di provare subito dopo il controllo (isteroscopia diagnostica) che ho eseguito dopo un mese dall'intervento. in questa isteroscopia diagnostica (maggio 2015) il mio utero era perfettamente a posto, c'era una piccola sinechia in corrispondenza del mioma rimosso che è stata eliminata durante l'esame stesso e nel referto è indicato che il tessuto endometriale è a posto e osti tubarici aperti.
non nascondo che io ci penso moltissimo e in alcuni periodi questo pensiero della gravidanza mi condiziona un pò nei miei progetti (anche i più semplici)..ma mi ero ripromessa che ora avrei lasciato fare alla natura senza buttarmi subito in esami che per me sono fonte di grande ansia...
specifico che cerco di avere rapporti in periodo ovulatorio (confermato con stick di ovulazione) a giorni alterni e purtroppo poi diventiamo "pigri" dopo tale periodo...
ho mestruazioni molto abbondanti da sempre e questo mi porta ad avere le riserve di ferro sempre un pò basse (anche se non con asterisco negli esami del sangue).. assumo acido folico 5mg da sei mesi e magnesio da qualche mese perchè aiuta la mia stitchezza...
il magnesio può essere utile a me e a mio marito anche per la fertilità?
secondo lei posso attendere ancora qualche mese prima di iniziare gli infiniti controlli che già mi spaventano?

ringrazio in anticipo per la disponibilità
buona giornata

[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
E' importante escludere qualche problema insorto successivamente a suo marito, vedi uretriti, prostatiti ect...
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente 324XXX

buongiorno, grazie per la sua risposta
con che tipo di esame si può escludere ciò? lei ritiene quindi che da parte mia sia indicativamente tutto a posto? ritiene questo periodo di mancata gravidanza già troppo lungo per aspettare ancora?
può rispondermi anche alla domanda sull'eventuale "aiuto" del magnesio per me e mio marito?

grazie in anticipo per le risposte che mi interessano molto

buona giornata

[#6] dopo  
Utente 324XXX

qualcuno può gentilmente rispondermi?ringrazio anticipatamente

[#7] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Una spermiocoltura e coltura di tampone uretrale per Clamidia,gonococco e micoplasmi
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#8] dopo  
Utente 324XXX

la ringrazio...e per quanto riguarda i benefici del magnesio? mi interessa molto questo aspetto...
grazie in anticipo
buona giornata