Utente 957XXX
Età:9
Mia figlia ha da qualche mese una fastidiosa cheilite che interessa gli angoli della bocca.
Il medico ha prescritto una crema al cortisone "Celestoderm - V mite", da applicare la sera, una crema ristrutturante "CICALFATE della Avène", da applicare spesso durante il giorno e per ultimo anche una crema non al cortisone " CORTI LIKE", da applicare più volte al dì.
Le medicazioni provocano dei miglioramenti ma improvvisamente e puntualmente si verifica una ricaduta.
Perchè? forse la cura è errata? vi sono rimedi al problema ed eventualmente è necessario fare degli esami clinici?.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le Sig.re
dal suo racconto sembrerebbe trattarsi di una cheilite angolare o boccarola(perleche),caratterizzate da chiazze erose rossastre,a volte ragadizzate dovute,in sintesi, sia a batteri che a funghi. Pur con il beneficio del dubbio, che mi concederà non avendo effettivamente visitato la paziente, non sembra indicata una terapia cortisonica come quella seguita.
Di regola si utilizzano imidazolici associati a pasta all'acqua e talvolta altri dermatologici antisettici.
Consiglio rivalutazione dermatologica accurata,volta anche a verificare le cause.
Cordialita'
Dott.G.Griselli
[#2] dopo  
Dr. Petar Bojanic
24% attività
4% attualità
0% socialità
()
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2003
Sarebbe opportuno fare un esame di microbiologia batterie/fungi. Certamente, dopo un periodo di riposo della tutta terapia applicata (una settimana). Nell'eta' giovane la causa del cheilite angolare sia al primo posto l'infezione di strepto/stafiloccoci.
[#3] dopo  
Prof. Matteo Basso
24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2004
Concordo coi colleghi,
mentre attende una visita di controllo può applicare una creva alla vitamina F, che migliorera sicuramente il quadro. Sospenda il cortisone.
saluti