Utente 274XXX
Buonasera. Ho effettuato l'ecografia renale di controllo visto che soffro di renella e questa volta mi hanno trovato un'immagine. Il referto recita le seguenti parole: non segni di sicura e grossolana patologia litiasica né urostatica bilateralmente. La quota corticale e ben rappresentata con econogenità normale. Sostanzialmente nella norma il rapporto cortico-midollare. Il rene dx a livello corticale è sede di una piccola formazione solida debolmente iperecogena, con margini netti e regolari delle dimensioni massime di 5 mm di aspetto simil angiomiolipomatoso meritevole di controllo a distanza.
Vorrei sapere se un calcolo potrebbe essere confuso con un angiomiolipoma o se questa ipotesi è da scartare perché le immagini si presentano in forma diversa. Faccio questa domanda perché 15 anni fa ho avuto un piccolo calcolo a questo rene e nell'ecografia visto che era molto piccolo e non aveva un cono d'ombra nessuno lo aveva diagnosticato correttamente. Con l'acqua fiuggi e soluzione shoum riuscii a risolvere i disturbi che si presentavano come la cistite ossia sintomo di urinare spesso senza bruciore e sangue nelle urine visibile solo al microscopio. Ho letto che l'angiomiolipoma è un tumore benigno volevo sapere se si può traformare in maligno. Come si fa ad avere una diagnosi certa e se si è soggetti di più ad avere infezione urinaria. Spesso avverto il sintomo di urinare di frequente e allora solo con gli esami delle urine con l'urinocultura posso vedere se c'è infezione o meno. E spesso non c'è ma l'esito è solo l'ematuria. Aumentando l'ematuria aumenta anche il sintomo di urinare. L'aumento del sangue visibile solo al microscopio può essere causata dall'angiomiolipoma(sempre se la diagnosi è corretta)? Se si come mai varia l'entità dell'ematuria? Potrebbero interferire altri fattori quali la renella? Mi spiego meglio l'angiomiolipoma è sempre della stessa dimensione come mai a volte ho disturbi urinari e a volte no? Possono dipendere da lui oppure potrebbero essere di altra natura (sangue dovuto a renella)? Grazie per la risposta
[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
0% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2016
Gentile utente
L'angiomiolipoma è una neoformazione benigna e non si trasforma in maligna. Deve solo essere controllato nel tempo perché se diventa troppo grande può dare delle emorragie. Il limite sopra il quale si pensa di toglierlo è 4 cm. Non predispone ad infezione urinarie. Già all'ecografia si dovrebbe vedere bene ma la TC toglie ogni dubbio. Ora la grandezza di questo sospetto angiomiolipoma ( se realmente lo è ) è veramente esiguo e non c'è da preoccuparsi. Lo controllorei nel tempo ecograficamente, non è necessario al momento fare una TC. La microematuria non dipende sicuramente da questa neoformazione e nemmeno la sintomatologia minzionale irritativi. Cordiali saluti