Utente 377XXX
Gentili dottori,

In data 3 maggio 2016, durante una lezione pratica alla facoltà di Scienze Motorie dell'Università di Milano, stavo provando una progressione a corpo libero.
A seguito di una capovolta in avanti, mi sono rialzato in fretta, mettendo male il piede sinistro a terra, su un piccolo gradino alto circa 7-8 centimetri.
Ho avvertito un bruttissimo e innaturale movimento del ginocchio sinistro, quasi come se uscisse dalla propria sede, anche se non sono riuscito a percepire cosa sia successo esattamente.
Nonostante ciò, mi sono rialzato subito senza alcun tipo di dolore.
Ho comunque deciso di sospendere la mia lezione ed attendere 1/2 giorni prima di riprendere l'attività fisica.
In questo breve lasso di tempo non ho assolutamente avuto alcun tipo di problema, se non un po' di dolore nel provare a forzare l'iperestensione del ginocchio sinistro, con lo scopo di verificare il grado di dolore (ho avvertito un po' di dolore solo nell giorno successivo all'episodio, non oltre).
Ho deciso dunque di tornare all'attività fisica normale.

Tuttavia, giovedì 12 maggio, sempre nel corso di una lezione pratica in università, ho eseguito un gesto calcistico chiamato "bicicletta" (lascio un link di collegamento a un video per chiarire meglio il movimento --> https://www.youtube.com/watch?v=sIwVPObRqZ0 ) e ho sentito dolore al lato mediale del ginocchio.
Da quel momento, pur non avendo subito un secondo trauma, mi sono accorto che il ginocchio mi duole nelle seguenti situazioni:

-Ab/adduzione della gamba propriamente detta
-Torsione del ginocchio all'interno e all'esterno (con piede fisso a terra)
-Nel caso della sopracitata "bicicletta" (nel video è da prendere a riferimento appunto il movimento dell'arto sinistro)

Volevo sapere se è il caso di sottoporsi a qualche esame oppure se la situazione non è preoccupante.
Preciso di non avere assolutamente nessun tipo di problema durante la camminata e la corsa, e nessun tipo di dolore in situazione statica o per movimenti diversi da quelli sopra descritti.

Vi prego, se possibile, di rispondermi il più presto possibile, così da capire se potrò essere in grado di svolgere i miei esami pratici nei mesi di maggio/giugno/luglio, sfruttando il mio corpo al 100%.

Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione
[#1] dopo  
Dr. Riccardo Preite
36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Buona sera,
l' aver avvertito durante il trauma un bruttissimo ed innaturale movimento del ginocchio, mi spinge a consigliarLe almeno una visita da uno specialista del ginocchio. Con manovre idonee ed in poco tempo sarà in grado di testare il legamento collaterale interno (lesione più' probabile) ed esterno, il legamento crociato anteriore e posteriore gli alari della rotula e valutare se e' tutto in ordine. In base alla lesione abbiamo i tempi di recupero.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore,

La ringrazio per la celerità della risposta.
Mi ero tuttavia dimenticato di evidenziare come anche DURANTE (e immediatamente dopo) il movimento innaturale del ginocchio non abbia assolutamente sentito alcun dolore.
Inoltre lei ha parlato di lesione del collaterale mediale. In una scala da 1 a 10, riuscirebbe a quantificare il dolore che dovrei provare in questo momento?

La ringrazio ancora
[#3] dopo  
Dr. Riccardo Preite
36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
No perche' esistono 3 gradi di lesione del collaterale
il I° e' una lesione minima di poche fibre e dolore contesto e passeggero . il dolore poi e' molto soggettivo
[#4] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
La ringrazio ancora per la sua precisione. Cercherò di effettuare la visita da lei consigliata e la informerò riguardo eventuali diagnosi
[#5] dopo  
Dr. Riccardo Preite
36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Ok ci tengo mi ha incuriosito.
[#6] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore,

sono appena stato dal mio medico di base, cui ho esposto la situazione.

Il medico ha controllato il ginocchio, senza riscontrare alcun tipo di anomalia (niente gonfiore o altro). Secondo il suo parere potrebbe essere che alcune strutture del ginocchio si siano semplicemente "stirate", provocando una leggera infiammazione, senza però alcun tipo di lesione.
Mi ha raccomandato di applicare ghiaccio in caso di aumento del dolore e/o gonfiore (che peraltro non è c'è mai stato), e di utilizzare eventualmente uno spray anti-infiammatorio.
Il medico mi ha infine raccomandato di evitare sforzi intensi a carico del ginocchio per almeno 4-5 giorni, e testare poi nuovamente lo stato del ginocchio stesso.

Ho chiesto se fosse necessario un eventuale controllo da uno specialista del ginocchio, ma il medico mi ha detto di stare tranquillo, perchè non c'è nulla che evidenzi qualcosa di serio.
[#7] dopo  
Dr. Riccardo Preite
36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Bene in questo caso la prima ipotesi è quella di una lesione di I grado del legamento collaterale interno. Lesione che va a guarire da sola
[#8] dopo  
Utente 377XXX

Iscritto dal 2015
Gentile dottore,
La ringrazio ancora una volta.
Un'ultima domanda: utilizzare la cyclette può andare bene come esercizio di riscaldamento in questi giorni? Oppure è più consigliabile qualcos'altro?
[#9] dopo  
Dr. Riccardo Preite
36% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2012
Cyclette e/o nuoto se non ha troppo fastidio vanno benissimo