Utente 412XXX
Buon Giorno Dr
4 mesi fa sono stato colpito da una infezione alle vie seminali, con una leggera infezione alla prostata da kleisbiella. ( diagnosticata da spermocoltura)
Faccio un mese di terapia con ciproxin mille a rilascio e già dopo una settima i sintomi sono spariti completamente. finito la terapia aspetto 10 giorni e ripeto la spermiocoltura, dove risulta tutto negativo tranne per i leucociti che risultano rari. Faccio una eco dove risultano delle zone iperecogene non calcifichi, esito di qualche vecchia infezione. Vado a fare la visita di controllo, risultato : prostata regolare non dolente. sono completamente asintomatico L'urologo mi dice che non c'e' prostatite ma mi spiazza dicendomi che se mi facesse una biopsia, troverebbe zone di prostatite aspecifica. e che la prostatite aspecifica è presente nel 90% dei maschi sani.(ho oppure non ho prostatite?)
e vero che tutti quelli che hanno avuto una prostatite anche se guariti completamente l' infiammazione rimane sempre dentro anche se asintomatica?
Se non ho sintomi bruciori o altro, questo stato attuale puo' darmi problemi di erezione in futuro? (problemi che per il momento non ho)
Le zone iperecogene non calcifiche danno problemi e predispongono ad infezioni?
Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la prostatite,spesso tende a cronicizzarsi o,quantomeno,a lasciare un ricordo di se,sia in corso di vista digito rettale che,principalmente,,in sede di ecografia.Nel suo caso,non credo che ci siano i presupposti per temere un calo del tono sessuale,né,tantomeno,una recidiva sintomatica.Cordialità.