Utente 413XXX
Chiarissimi dottori, sono un ragazzo di 22 anni che da due mesi a questa parte sta avendo dei problemi spiacevoli e non di facile valutazione.
Due mesi fa ho avvertito per alcuni giorni bruciore alla parte finale del pene, bruciore costante durante la giornata e che era poco dipendente dalla minzione se non per il fatto che saltuariamente aumentava alla fine della stessa. Mi sono recato dal medico curante che mi ha prescritto il monuril preso senza alcuna efficacia, da li mi ha dato altri 10 giorni di antibiotico in particolare la levoxacin al termine della quale mi sentivo molto meglio. Dopo due tre giorni tuttavia il bruciore è ricomparso e mi son recato da uno specialista urologo il quale dopo una visita nella quale mi ha fatto anche una esplorazione rettale digitale. Da questa ultima visita il dottore Urologo mi ha detto che poteva trattarsi di una uretrite, perciò mi ha consigliato una cura antibiotica di 3 giorni con Zitromax ed una ecografia reni e vescica. Dall'ecografia, effettuata in uno studio clinico privato, è apparsa una prostata disomogenea con calcificazioni allora mi son state segnate le Rocefin per tre giorni. TUTTAVIA iniziavo ad avvertire del forte dolore nel basso addome, il bruciore alla punta finale del pene è molto lieve e quasi assente, per tale ragione mi reco da un altro urologo in ospedale, il quale mi esegue un'altra ecografia dove riscontra:
PROSTATA DI DIMENSIONI NORMALI E CALCIFICAZIONI ALL'URETRA. mi fa sospendere la cura e mi ha prescritto : tampone uretrale, spermiogramma e spermiocultura. I sintomi che ho attualmente sono: dolore al basso ventre, perdite di urina (gocce nello slip) dopo aver urinato, fitte nella parte interna dell'ano e lieve bruciore al pene(quasi assente).
Le domande che vorrei porre alla vostra cortese attenzione sono:
Si dovrebbe aggiungere qualche altro esame specifico? Dai sintomi è più una prostatite o una uretrite? Il fatto che io soffra di eiaculazione precoce pu0ò in qualche modo essere collegato? E infine, poichè mi sento solo e smarrito quale sarebbe la migliore strada da seguire?
Grazie a chiunque abbi a dato ascolto
Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai

28% attività
4% attualità
12% socialità
LODI (LO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
G.le utente,
gli esami colturali prescritti sono corretti e sufficienti. Questa è la prima strada da seguire. In seguito, se sono positivi, dovrà fare una terapia antibiotica come indicata nell'antibiogramma allegato. L'eiaculazione precoce può essere collegata all'infiammazione prostatica o uretrale che sia... Beva molta acqua, almeno due litri al giorno. Mi faccia sapere. A presto
Dr. Andrea Bottai
Dirigente medico presso Unità di Urologia
Ospedale Maggiore di Lodi

[#2] dopo  
Utente 413XXX

Chiarissimo Dottore,
la ringrazio della risposta.
Venerdì eseguirò gli esami e una volta avuto l'esito le comunicherò il risultato.
La ringrazio per avermi dato ascolto
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Utente 413XXX

Chiarissimi Dottori ho eseguito questa mattina il tampone.
Esperienza terrificante che mi sta provocando fortissimi dolori ancora a distanza di ore.
Aspetto i risultati tra 5 giorni.
Cordialmente vi ringrazio della cortese attenzione.

[#4] dopo  
Utente 413XXX

Chiarissimi dottori,
Volevo comunicare l'esito degli esami.
Tampone uretrale per la ricerca di germi comuni: TUTTO NEGATIVO.
Spermiocoltura : TUTTA NEGATIVA.
tuttavia io continuo ad avere un dolore al testicolo destro, bruciore costante alla punta del pene, ed in più quando termino di urinare mi capita frequentemente di vedere delle gocce(credo di urina) in punta, come se avessi uno sgocciolamento. Non so più che esami fare e soprattutto se andare nuovamente dall'urologo.
Cordialmente

[#5] dopo  
Dr. Andrea Bottai

28% attività
4% attualità
12% socialità
LODI (LO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
È bene che prenoti una visita dal suo urologo. Se i sintomi persistono e sono importanti. ..mi faccia sapere
Dr. Andrea Bottai
Dirigente medico presso Unità di Urologia
Ospedale Maggiore di Lodi

[#6] dopo  
Utente 413XXX

Gentilissimo dottore,
purtroppo mi son recato già tre volte da un urologo il quale si è limitato solo ed esclusivamente a farmi prendere antibiotici ormai da due mesi. Mi recherò nuovamente se necessario, ma sono ormai sfiduciato. Una domanda, potrebbe trattarsi di una prostatite? Sebbene dalla visita urologica con esplorazione digitale rettale mi è stato detto tutte e tre le volte che le dimensioni della prostata son piccolissime?
Grazie Mille

[#7] dopo  
Dr. Andrea Bottai

28% attività
4% attualità
12% socialità
LODI (LO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Le dimensioni non sono correlate alla prostatite. AllER la diagnosi si fa dal dolore alla palpazione e dalla consistenza. Se ha ancora questi sintomi, provi a consultare un altro urologo. Mi faccia sapere
Dr. Andrea Bottai
Dirigente medico presso Unità di Urologia
Ospedale Maggiore di Lodi

[#8] dopo  
Utente 413XXX

Chiarissimo Dottore sono usciti gli esami rimanenti, ci sono alcuni valori che non risultano nella norma come:
- Esame al microsopoio materiale esaminato= secreto uretrale rari leucociti
-volume del liquido seminale =6.00
-motilità alla prima ora spermatozoi con progressione rapida=0
-morfologia, spermatozoi normali =18
Ho prenotato un altra visita urologica per lunedi, ma intanto potrei sapere cortesemente il significato e le conseguenze di questi valori?
L a ringrazio comunque per la cortese attenzione

[#9] dopo  
Dr. Andrea Bottai

28% attività
4% attualità
12% socialità
LODI (LO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
I valori dello spermiogramma non sono completi. Manca la concentrazione e altri valori importanti. Mi faccia sapere se ha tralasciato qualcosa...A presto
Dr. Andrea Bottai
Dirigente medico presso Unità di Urologia
Ospedale Maggiore di Lodi

[#10] dopo  
Utente 413XXX

Chiarissimo dottore le riporto l'esame completo
DURATA ASTINENZA= 4
CAMPIONE INTERAMENTE RACCOLTO= SI
VOLUME =6.0
ASPETTO= normale
LIQUEFAZIONE=regolare
VISCOSITA= normale
COLORE= gigio
PH=7.80

CONCENTRAZIONE =75.000
SPERMATOZOI TOTALI= 450.00
CELLULE DI SFALDAMENTO =rare
EMAZIE= assenti
SPERMIOAGGLUTINAZIONI= assenti
DETRITI CELLULARE=assenti
SWELLING TEST= 64

ANTISPERMATOZOO igG = ASSENTI
ANTI SPERMATOZOO igA= ASSENTI


MOTILITA ALLA PRIMA ORA
spermaozoi con:
PROGRRESSIONE RAPIDA=0
PROGRESSIONE LENTA =50
MOTILITA NO PROGRESSIVA=35

MOTILITA ALLA SECODNA ORA
PROGRESSIONE RAPIDA =0
PROGRESSIONE LENTA=45
MOTILITA NON PROGRESSIVA=35

MOROFOLOGIA
COLORAZIONE= DIFF QUICK
SPERMATOZOI NORMALI=18
ATIPIE DELLA TESTA=54
ATIPIE DELLA CODA=2
ATIPIE DEL COLLO=1
ATIPIE MISTE=25
SPERMATOZOI CON RES. CITOPLASM. =0

CELLULE ROTONDE=1
CELLULE DELLA SPERMATOGENESI=1
SPERMATOGENI=0
SPERMATOCITI=42
SPERMARIDI=58
LEUCOCITI=0.00
GRANULOCITI NEUT.=0
MACROFAGI=0
LINFOCITI=0
DROPLETS CITOPLASM= ASSENTI


Dottore la ringrazio per la cortese attenzione ed anche per le risposte.

[#11] dopo  
Dr. Andrea Bottai

28% attività
4% attualità
12% socialità
LODI (LO)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
G.le utente,
Se la concentrazione degli spermatozoi è in milioni, risulta solamente una riduzione della motilità. Ne parli col suo andrologo per valutare se vi possa essere una causa o se si può agire per avere dei miglioramenti. A presto
Dr. Andrea Bottai
Dirigente medico presso Unità di Urologia
Ospedale Maggiore di Lodi