Utente 811XXX
Salve sono ua ragazza di 23 anni, da un annetto circa lamento uno strano affanno mai avuto prima d'ora..così mi accingo a fare visita cardiologica ecg ed ecocardiografia con color doppler.Sostanzialmente la situazione è buona, le riporto come da referto. ECG Ritmo sinusale, morfologia nei limiti, compenso di circolo, toni netti, non soffi patologici.MV rinforzato. ECOCARDIOGRAFIA Ventricolo sinistro di normali dimensioni con spessori parietali nei limiti. Contrattilità parietale globale nella norma in assenza di alterazioni della cinesi segmentaria. Atrio sinistro di normali dimensioni. Cavità destre nei limiti della norma. Radice aortica di normali dimensioni con nomrale aspetto morfofunzionale degli apparati valvolari. Prolasso del LAM.Al Doppler: normale flussimetria degli apparati valvolari esplorati. L'unica anomalia questo prolasso. Ora avrei una domanda da porre e sono anche molto preoccupata. Ho avuto in passato una relazione con un ex tossicodipendente poi ricaduto, il mio sospetto è che mi abbia affibbiato qualche strano batterio ultimamente ho avuto anche orticaria, questo affanno e brividi per tutto il corpo.Sto aspettando altri risultati di analisi del sangue molto approfonditi tra cui l'esame colturare della cavità orofaringea che troverebbe un ipotetico strafilococco giusto?. Nel frattempo vorrei chiedere questo affanno (che non nascondo di aver notato anche in lui) prendendomi anche della malata immaginaria ma io ne sono sicura, può dipendere da qualche infezione che ho e che aha creato anche il prolasso della valvola?ho paura di avere un endocardite batterica magari in forma sub acuta o lieve e preciso di non avere una storia di tossicodipendenza alle spalle io ma guarda caso l'endocardite ho letto che è proprio le valvole che colpisce per prime.mai usato droghe, fumo solo qualche sigaretta.forse con i rapporti sessuali o per via orale tramite baci? ho letto dello strafilococco aureus chi può aiutarmi o tranquillizzarmi in attesa delle analisi?mi prendono tutti per scema o per malata immaginaria ma io sono sicura di non sbagliarmi e l'unico modo che ho è girovagare per il web prendendo informazioni o chiedere a voi esperti che è forse la cosa più giusta.Preciso di aver fatto anche una spirometria con esito favorevole e altri esami per malattie infettive quindi hiv epatite c b mononucleosi, cytomegalovirus e tutte negative.spero che qualcuno mi risponda.grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
per quanto riuarda la possibilità di essere affetta da endocardite infettiva è pressocchè nulla. Tale malattia non è a trasmissione sessuale nè orale, ma è legata al passaggio diretto di batteri nel sangue. Pertanto non avendo fatto uso di droghe per via endovenosa e non essendosi sottoposta a pratiche chirurgiche e/o odontoiatriche particolarmente invasive, dikrei che può stare sicuramente tranquilla. Vista poi la negatività di tutti gli esami che ha effettuato, il suo affanno è di probabile natura ansiogena.
Cordialmente,
[#2] dopo  
Dr. Massimo Tidu
36% attività
12% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gentile utente:

Il prolasso mitralico è una condizione (come vede non parlo di malattia perchè tale non è) che si ha dalla nascita. Una valvola prolassante è una valvola costruita con un po' di tessuto in più e quindi ad ogni battito cardiaco essa compie un movimento ed un rumore abbastanza caratteristico che ne rende relativamente facile la diagnosi. Spesso il prolasso mitralico puo' associarsi ad una insufficienza valvolare che tuttavia non pare presente nel suo caso sull base del referto eco da lei indicato. Fino all'anno scorso le linee guida americane sull'endocardite batterica sostenevano che il prolasso mitralico (associato ad insufficienza valvolare significativa) rappresentava una condizione predisponente per l'endocadite batterica e come tale doveva essere sottoposta a profilassi antibiotica prima di manovre chirurgiche che prevedono sanguinamento (anche una semplice manovra odontoiatrica). Tuttavia nell'ultimo anno è stata pubblicata una revisione (la versione precedente datava 1997)che ritiene non più necessaria tale profilassi in caso di prolasso mitralico.
Come vede non è l'endocardite batterica che provoca il prolasso, ma al più, in rari casi, e' possibile il contrario. Nel suo caso comunque avendo eseguito l'ecocardiogramma successivamente alla sua relazione con il partner tossicodipendente è ragionevolmente da escludere l'endocardite infettiva come causa della sua astenia.

A disposizione per ulteriori consulti
[#3] dopo  
Utente 811XXX

Iscritto dal 2008
Non so veramente come ringraziare entrambi mi avete tranquillizzata e non poco.Dall'ecocardiografia si vede solo il lembo dx della valvola che chiude maggiormente in atrio però a quanto pare questo non risulta darmi nemmeno soffi patologici come riportato...ma può dare affanno o la sintomatologia che lamento?certo che se sia nativa come mi viene spiegato è pressoché impssibile in quanto io è da un anno come ripeto che mi trovo in queto stato. di controlli ne ho fatti veramente in ogni dove..è forse probabile che questa storia che ho avuto con troppe sofferenze e fortunatamente finita la stia somatizzando in questo modo, essendo io già soggetto ansioso, sensibile ed emotivo..probabilemnte è uno stato ansiogeno e se anche le altre analisi in relazione all'orticaria risultassero nella norma e quindi(prove allergiche,markers per lupus, artrite reumatoide, esame colturale della cavità orofaringea, ves,pcr, etc) provvederò allora a consultarmi con qualche psicologo...magari incosciamente celo un trauma in relazione proprio alla dura esperienza fatta e il mio corpo mi da delle avvisaglie.Il cardiologo dal quale mi sono recata mi ha consigliato per sicurezza un ecg da sforzo in quanto quest'affanno mi viene spesso dopo aver fatto una rampa di scale piuttosto che alzando un peso e che farò non appena possibile per vedere come il cuore si comporta appunto sottoposto a sforzo e un controllino una volta all'anno magari. é possibile che questa mia condizione(il prolasso) mi dia problemi sotto sforzo? cmq non appena possibile provvederò a fare anche questo e magari data la disponibilità dimostratami vi terrò aggiornati. Grazie ancora.
[#4] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, esegua anche il test da sforzo come suggerito dal collega, sarà utile sia per escludere del tutto la natura cardiologica del suo affanno (che è a mio avviso di natura ansiogena) che per tranquilizzarla definitivamente.
Saluti
[#5] dopo  
Utente 811XXX

Iscritto dal 2008
Lei crede che possa uscire fuori qualche anomalia diciamo con l'ecg da sforzo?Anche oggi mi è capitato ad esempio di dicutere animatamente per una questione e di iniziare a tremare fortissimo dalle labbra alla punta del piede...al punto di spaventarmi...non so se l'ansia possa generare tutto ciò...ma come vede dopo uno sforzo o un qualcosa che mi coinvolga emotivamente ho di queste reazioni sicuramente invalidanti.In settimana farò l'ecg...magari esce fuori qualcosa!cordiali saluti.
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In base a ciò che riferisce, la componente emotiva sembra giocare davvero un ruolo importante. Ha bisogno, pertanto di tranquillizzarsi: esegua l'ECG e vedrà che risulterà tutto nella norma.
Saluti
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In base a ciò che riferisce, la componente emotiva sembra giocare davvero un ruolo importante. Ha bisogno, pertanto di tranquillizzarsi: esegua l'ECG e vedrà che risulterà tutto nella norma.
Saluti
[#8] dopo  
Utente 811XXX

Iscritto dal 2008
"...qualcosa che mi coinvolga emotivamente ho di queste reazioni"...senza rendermene conto l'ho scritto, forse e da una parte spero sia lì la risposta e che dal punto di vista fisico sia tutto ok...forse qualche infezioncina batterica che cova magari "sotto la cenere"..se così fosse non me lo perdonerei mai visto che ho cercato sempre di stare attenta e di prevenire diciamo,essendo anche abbastanza ipocondriaca...tanto da cominciare a pensare di fare una virtù di questo piccolo vizio..cambiando facoltà di studi e mettendomi a studiare medicina!forse quel "fiatone" notato anche in lui è stata solo un'altra "amara" coincidenza del caso...in settimana avrò tutti i responsi...nell'attesa e per cercare una tranquillità magari ,leggere a destra e a manca cose è solo controproducente e l'unico modo è chiedere a medici disponibili come lei che hanno esperienza e soprattutto anni di studio alle spalle.Per questo la ringrazio. Cordialmente, Antonella.
[#9] dopo  
Utente 811XXX

Iscritto dal 2008
Salve...
Riguardardo l'ecocardiografia al color doppler ho notato i caratteristici colori blu(sopra)/rosso(sotto) senza sfumature e perfettamente chiusi nei due ambiti...solo che nella parte rossa in basso a dx c'è un pò di blu dovrebbe chiamarsi jet se non sbaglio,non sfumato,appena vicino al rosso, si tratta di una piccola strisciolina...cosa significa?scusate il linguaggio poco consono ma spero di essermi spiegata.Non vorrei fosse proprio un rigurgito! Un saluto cordiale.
[#10] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Antonella, ricorda il referto dell'ecocolordoppler cardiaco che ha allegato nel Suo primo intervento? (Al Doppler: normale flussimetria degli apparati valvolari esplorati). Mi pare evidente che il collega ecocardiografista non abbia riscontrato nè jet nè altre anomalie.
Segua il consiglio del collega Martino: si tranquillizzi e non vada alla ricerca di patologie di cui, fortunatamente, non è affetta.
Cordiali saluti
[#11] dopo  
Utente 811XXX

Iscritto dal 2008
Salve, certo che me ne ricordo, infatti proprio in base a quello che c'era scritto ho pensato ci fossero delle incongruenze o una superficialità da parte del cardiologo, specie alla vista di quel segno bluastro...non vado alla ricerca di patologie immaginarie ma più che altro di chiarezza chiedendo proprio a chi sà di queste cose! magari chiederò al cardiologo che mi ha visitata...ad ogni modo mi scuso.Cordialmente, Antonella.
[#12] dopo  
Utente 811XXX

Iscritto dal 2008
Ho ritirato il referto delle analisi,dunque VES, EMOCROMO, ANTICORPI ANTI-ENA ANTI-ANA,FT3,FT4,TSH,ANTI-TIREOPEROSSIDASI,ANTICOR. ANTI-TIREOGLOBULINA,ES COLTUR. CAVITà OROFARINGEA(per streptococco)TAS, PCR tutto nella norma...!IgE SPECIFICHE ALLERGOLOGICHE per diversi pannelli (alimentari,graminacee,etc) che non hanno fatto altro che riconfermare le allergie di cui ero a conoscenza fin da bimba(alternaria,criptomeria,cipresso,erba canina,olivo,coda di topo) più due nuove (kiwi,acaro della polvere)ma tutte ad un livello basso o intermedio...sto in coda per l'ECG da sforzo..con queste analisi se ci fosse stata qualche presunta infezione batterica nel sangue, si sarebbe visto presumo no?intanto la mia sintomatologia continua con il solito affanno che non mi abbandona...!sto già pensando ad un tampone per stafilococco e "compagnia bella", urinocoltura ed esame parassitologico delle feci......NON SO PIù COSA PENSARE!Cordialmente, Antonella.
[#13] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile Antonella, ma visto che tutti gli esami a cui ti sottoponi risultano non patologici, non hai pensato che forse sei "sana"!! Vai alla ricerca di una possibile malattia organica che non c'è! Io presumo che la tua componente emotiva aumenti questo senso d'affanno che riferisci. Forse hai bisogno più che di un consulto cardiologico, quello di uno psicologo, pensaci.
Saluti
[#14] dopo  
Utente 811XXX

Iscritto dal 2008
Già...mi rendo conto che nonostante continui a lamentare dei disturbi(dispnea da sforzo,brividi in tutto il corpo senza febbre,spossatezza poi adesso si è aggiunta una cosa nuova agli arti , il fatto di sentirmi a volte le mani come staccate dal mio corpo ma non perdo la sensibilità, sensazione bruttissima anche da descrivere, oppure mentre guido i piedi che mi sembra quasi scivolino sul sapone...)gli accertamenti poi danno tutti esito favorevole e si crea una situazione "anomala"...continuo a cercare perché sono sicura che nel mio fisico ci sia qualcosa che non va e che non dipenda dall'ansia che le assicuro conosco molto bene a partire dagli attacchi di panico data la mia grande sensibilità ed emotività...è che mi fido di me stessa e continuo a fare analisi di ogni genere più che altro perché non so più dove andare a cercare..è quell'idea di affanno "in comune" che non m'ha mai abbandonata, probabilmente se non l'avessi notato anche in lui avrei dato senz'altro anch'io la colpa all'ansia.Avevo pensato anche ad un' emocoltura ma non credo possano farmela così solo sulla scorta di alcuni sintomi...poi non capisco perché dopo la sua ricaduta avevo smesso totalmente anche di avere rapporti sessuali proprio perché ho sempre avuto la testa sulle spalle infatti mi dispiace sia capitato proprio a me questo fatto!Cmq la ringrazio per l'ulteriore consiglio, sicuramente andrò tanto ormai mi sto rivoltando come un calzino, come si suol dire.Arrivederci e grazie per la sua fin troppa disponibilità, il mio medico di base la pensa pari pari come lei..capisco possa sembrare una situazione surreale e mi dispiace solo un pò di non essere creduta!Arrivederci e grazie ancora.