Utente 871XXX
Buongiorno,

Ho urgentemente bisogno di risposte.
Ho fatto una visita dal mio dentista perchè le mie gengive hanno iniziato
a darmi fastidio, un po di gonfiore e nient'altro. Datosi che era da ben 2 anni
che non andavo a fare le pulizie dei denti ho pensato che ora era arrivato
il tempo di farla. Datosi che le mie gengive erano troppe gonfie non
si poteva fare una pulizia dei denti, quindi la dottoressa mi disse
di aspettare almeno 4 giorni, fare dei sciacqui con un buon colluttorio
e poi ritornare per fare la pulizia. Premetto che la mia dottoressa ha detto
che ho dei denti sani, senza carie. Ho solamente il problema che mi sono
macinata i denti perchè la notte molto probabilmente digrigno i denti e che
spazzolo i miei denti troppo forte e quindi non ho nessuna protezione perchè
me la sono spazzolata via.
Dopo neanche 2 giorni dalla visita mi inizia a gonfiare la gengiva di una mola
destra talmente tanto che ho dovuto prendere la novalgina per calmare il dolore.
Dunque sono ritornata dal medico e mi ha detto di prendere per 4 giorni un'antibiotico
"Zimox" per 5 giorni e far passare l'infezione. Mi ha detto che potrei avere un carie dentaria
che possiamo vedere solamente con i raggi. Quindi per ora sto prendendo l'antibiotico
e un gel per i denti. La gengiva alla parte destra è sgonfiata dopo neanche un paio di ore
solamente che ora è iniziata alla parte sinistra ma peggio di quella destra. Nel senso
che la gengiva quasi arriva a coprire il dente, ho veramente dolori forti e sto andando
avanti a forza di novalgina per attudire un poco il dolore. Io non capisco perchè
non mi possono fare una pulizia dei denti e magari levare la placca il tartaro. Perchè
io sono convinta che è tutto cio che mi sto portando questa infezione.

voi cosa ne pensate?

Volevo aggiungiere una foto della mia gengiva per farvi capire meglio ma forse quà non è possibile.

Io vi ringrazio tanto già ora per le risposte.

Cordiali saluti
Stefania
[#1] dopo  
Dr. Cataldo Palomba
44% attività +44
20% attualità +20
16% socialità +16
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Stefania,
da queste poche notizie sinceramente non è possibile avere un quadro esaustivo della situazione:non ho ben capito se le è stato diagnosticato un ascesso dentario per dover somministrare un antibiotico, se si tratta di gengivite per la presenza di placca e tartaro, comunque la foto la può postare per avere un quadro + completo eventualmente anche nella mia casella postale, anche se la visione diretta rimane il metodo + corretto ed ineludibile.
[#2] dopo  
Utente 871XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Palomba,

Purtroppo neanche io e neanche il medico c'è l'ha ben chiaro cosa ho. Fatto sta che proprio in questo istante mi sono guardata nello specchio è vedo una puntina bianca/gialla sul gonfiore della gengiva presumo che sia pus.
Le invio le foto molto volentieri.
Se fosse pus cosa dovrei fare, continuare con l'antibiotico ovviamente e aspettare che scoppiasse da solo o andare subito dal dentista. Lunedi o martedi devo farmi i raggi forse la si capirà meglio ma sono molto preoccupata.

Le invio subito le foto...
Grazie per la Sua gentile immediata risposta.

Saluti Stefania
[#3] dopo  
Dr. Matteo Erriu
24% attività +24
0% attualità +0
12% socialità +12
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, va considerata la possibilità (secondo me altamente probabile) che l'ascesso possa essere di origine parodontale (cioè una patologia che invece di colpire la corona del dente colpisce la radice).
In tal caso una panoramica e SOPRATUTTO un controllo presso un odontoiatra che si occupi di parodontologia potrà senza dubbio svelare ogni dubbio.
Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 871XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Palomba,

Purtroppo neanche io e neanche il medico c'è l'ha ben chiaro cosa ho. Fatto sta che proprio in questo istante mi sono guardata nello specchio è vedo una puntina bianca/gialla sul gonfiore della gengiva presumo che sia pus.
Le invio le foto molto volentieri.
Se fosse pus cosa dovrei fare, continuare con l'antibiotico ovviamente e aspettare che scoppiasse da solo o andare subito dal dentista. Lunedi o martedi devo farmi i raggi forse la si capirà meglio ma sono molto preoccupata.

Le invio subito le foto...
Grazie per la Sua gentile immediata risposta.

Saluti Stefania
[#5] dopo  
Utente 871XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Erriu,

Quindi a prescindere di tutto devo aspettare che il pus fuoriesce da solo e che si sgonfia la gengiva o devo andare urgentemente dal dentista a farmi fare i raggi e la medicazione?
Io sono preoccupata perchè la paradontale quanto io sappi è una cosa molto complicata e rischio di perdere il dente...
Ora non mi sento al fatto meglio...anzi...

[#6] dopo  
Dr. Matteo Erriu
24% attività +24
0% attualità +0
12% socialità +12
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la parodontite è "semplicemente" la malattia dei tessuti di sostegno del dente. Esistono terapia per trattarla e fermarla e non è per niente complicata. Si tratta di eseguire tali terapia al fine di eliminare i batteri dalla zona dove hanno colonizzato e dato l'infezione esattamente come si fa con una carie.
In ogni caso resta il mio consiglio di farsi controllare da un parodontologo così da verificare definitivamente se tale patologia sia o meno presente (può guardare nel sito www.sidp.it l'odontoiatra più vicino a lei che segua tali problematiche).
Nel caso di un ascesso parodontale è infatti necessaria non solo la terapia antibiotica ma anche la pulitura profonda della tasca da cui origina il problema eseguita naturalmente da un odontoiatra che abbia una buona consocenza delle terapie parodontali.
Cordiali saluti.
[#7] dopo  
Utente 871XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dr. Erriu,

quindi se ho capito bene, possono anche curarmi se ancora è presente l'infiammazione e il pus.. Giusto?
Quindi ormai siamo nel weekend, io sono al lavoro e il mio dentista è chiuso. Quindi posso continuare con la cura antibiotica e lunedi pomeriggio vado dal dentista. Posso aspettare ancora 2 giorni o è meglio se vado in una clinica di emergenza oggi?

Grazie 1000 per la sua gentile spiegazione, sono un po piu tranquilla ma il dolore è forte. Se mi puo dare dei consigli come comportarmi in questi giorno nel senso pulizia ecc... le sarei molto grata

codiali saluti
Stefania
[#8] dopo  
Dr. Matteo Erriu
24% attività +24
0% attualità +0
12% socialità +12
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile utente, in presenza di un ascesso parodontale si dovrebbe prendere l'antibiotico ed eseguire curettage dell'area interessata... visto che l'antibiotico già lo sta prendendo l'utilizzo di antidolorifici/antinfiammatori e colluttori "potrebbe" dare un minimo sollievo ma è solo la terapia sopra indicata che le potrà dare un reale sollievo (se la diangosi è giusta). In ogni caso solo una visita eseguita da un parodontologo dal vivo può svelare come stanno realmente le cose.
Cordiali saluti e ci tenga aggiornati
[#9] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività +48
20% attualità +20
20% socialità +20
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile paziente, la presenza di pus, gengivite, infezione (a meno che lei non abbia la faccia gonfia) IMPONE di iniziare un trattamento, che può andare anche oltre la semplice pulizia del tartaro.
Lei non solo "può" curarsi in presenza di infiammazione, ma oserei dire "DEVE".

Per il momento lei pulisca il più possibile i denti, e si rivolga ad altro (serio) profesionista.
[#10] dopo  
Utente 871XXX

Iscritto dal 2008
Gentili Dottori,
Oggi pomeriggio vado dal dentista, la situazione sembra molto migliorata. Non ho piu dolori ma solamente un leggero fastidio. Il pus è fuoriuscito il sabato pomeriggio stesso ho solamente un leggero gonfiore alla gengiva. Sto continuando ovviamente la cura con gli antibiotici e collutorio. Spero che voi NON avete raggione e spero che sia semplicemente un infezione dovuta al tartaro. Ho paura e spero che domani vi posso dare un esito positivo.
Intanto vi ringrazio per la Vostra gentile disponibilità.
Grazie cordiali saluti
Stefania
[#11] dopo  
Dr. Matteo Erriu
24% attività +24
0% attualità +0
12% socialità +12
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Gentile utente... la parodontite è un infezione dovuta al tartaro.
Solo che il tartaro è sceso talmente tanto sotto gengiva che la semplice ablazione senza una pulizia profonda non può essere sufficiente a risolvere il problema.