Utente 415XXX
Buongiorno,

pratico regolarmente sport, corsa e piu' recentemente nuoto e ciclismo per un totale di 4 allenamenti a settimana.
Da circa due settimane ho un dolore alla parte interna del ginocchio destro, che si manifesta quando piego la gamba ad un angolo inferiore a 45/60 gradi.
Per cautela ho interrotto la corsa, dove sento leggermente dolore specialmente su fondo irregolare,, mentre continuo bicicletta e nuoto a stile libero senza sentire alcun dolore.

Ho effettuato risonanza magnetica e l'esito e' stato:

Sovvertimento strutturale del menisco interno a livello del corpo e del corno posteriore come per fenomeni di sfaldamento degenerativo e fissurazione obliqua della struttura meniscale.
In sede perimeniscale compartimentale mediale si apprezza un impegno reattivo a carattere infiammatorio.
Non evidenza di lesioni a carico del menisco esterno in presenza di modiche alterazioni involutive.
Sostanzialmente nella norma le strutture legamentose del pivot centrale.
Non si apprezzano significative alterazioni traumatiche recenti a carico delle restanti formazioni capsulo-legamentose esaminate.
Ai gradi di flessione dell'esame la rotula si presenta sostanzialmente in asse; disomogeneita' delle contrapposte superfici articolari femoro-patellari come per condropatia di alto grado, con presenza di una iniziale esposizione e consensuale sofferenza dell'osso subcobdrale.
Allo stato attuale nell'articolazione e' presente un impegno reattivo-sinoviale diffuso con modica quota di versamenteo nei recessi superiori.
Modesta distensione fluido della borsa gastrocnemio-semimembranoso.

Cosa significa e cosa devo fare per poter riprendere a correre regolarmente ?
Grazie tantissimo !
michele
[#1] dopo  
Dr. Roberto Leo
32% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentile utente
il suo quadro e' frequente in chi fa corsa.
Dalla eta' che appare nella sua scheda personale e' lecito ritenere che vi sia un sovraccarico cronico creatosi in anni di corsa
Indispensabile una visita clinica diretta per attestare la effettiva corrispondenza tra quanto riportato sul referto RMN e la realta' clinica alla visita.
Nella attesa giusto fermarsi dalla corsa e curare la infiamazione mediante ghiaccio ed eventuali terapie come la laserterpia.
Giusto anche iniziare a considerare, probabilmente anche per il futuro, sport come la bicicletta ed il nuoto.
cordiali saluti