Utente 416XXX
Buonasera,

Sono una ragazza di 22 anni e premetto che poco più di un mese fa ho avuto un episodio di attacco di panico, poi ripetutosi alcune volte nelle settimane successive; sono, inoltre, una persona ansiosa, e per quanto ne sia consapevole, da quando questi episodi si sono presentati sono diventata ipocondriaca, e sto cercando di lavorarci su perché mi condiziona parecchio le giornate.

Detto questo, vorrei comunque essere sicura che la mia sia realmente ipocondria e che io non abbia nulla: sento dolori al costato, localizzati prevalentemente nella zona inferiore, sotto il seno, ai lati, soprattutto nella parte destra, e sempre a destra sento un fastidio, come un peso, nell'incavo tra il braccio e il seno, praticamente l'ascella. A volte, se respiro profondamente, sento anche degli scatti, come un "clac", delle costole.
Sono consapevole di avere una postura non correttissima, sto spesso con le spalle "chiuse" e questo potrebbe essere il motivo. Tengo inoltre sempre la borsa, solitamente pesante, sulla spalla destra.

Ultimamente ho anche male alle orecchie, come se fossero appena state stappate per decompressarle; potrebbe derivare dal fatto che digrigno i denti la notte e che di giorno mi "mastico" quasi costantemente l'interno delle guance? Può questo provocare un'infiammazione a livello delle orecchie? Sento inoltre delle fitte ai lati della testa e una leggera pressione agli occhi, può essere ricollegato a questo? Sono già andata da un otorino laringoiatra per un controllo, ma non ha riscontrato nulla a livello delle orecchie; soffro inoltre di tonsilliti, ho spesso le placche in gola, e ora ne ho un accenno ma senza dolore né febbre. I dolori alla testa ed alle orecchie possono essere ricollegati anche a questo?

Sono cosciente di sembrare parecchio fissata ed ipocondriaca, soprattutto perché pensandoci razionalmente non ho dolori forti o palesi da nessuna parte. Sono solo mie fissazioni? Da quando ho avuto il primo attacco di panico noto anche una frequente tachicardia, penso ricollegabile allo stato d'ansia che da sola mi creo. La pressione è normale, solitamente tra max 120 min 76; mi controllo spesso il battito e non noto irregolarità nel battito.

Ringrazio da subito per l'attenzione, e chiedo scusa se tutto quello che ho descritto sia solo frutto della mia ansia.
Buon lavoro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Non si deve scusare.
La DAC è una malattia che va curata da uno specialista del settore come una qualunque malattia.
Quindi si rechi da uno psichiatra che potrà aiutarla.
Sarebbe anche opportuna una visita da un Fisiatra.
Nessuno dei sintomi che riferisce ha correlazione con una cardiopatia.
Si tranquillizzi.
Saluti,
Dott. Caldarola.