Utente 409XXX
Egregi dottori,
Sono una ragazza di 18 anni, normopeso, non faccio uso di droghe o alcolici e non fumo. Purtroppo però pratico poca attività fisica e passo molte ore al computer. Prima di esporvi il mio problema, ci tengo a specificare che mia bis nonna (dalla parte di mia madre) è morta di infarto a 65 anni. Anche mio bis nonno (da parte di mio padre) ha avuto un infarto, ma si è salvato ed è morto per ictus.
Circa una 30 minuti fa ho cominciato ad avvertire un fastidio al petto sinistro, non proprio sul petto, ma sotto al seno e su una piccola parte di esso (in basso). All'inizio mi sono spaventata molto e mi sentivo mancare il respiro, poi sono riuscita a tranquillizzarmi e sono tornata a respirare normalmente. Da brava ipocondriaca sono andata a cercare i sintomi su internet e mi sono stati riportati i seguenti risultati: "Un senso di fastidio al torace che persiste più di cinque dieci minuti o che ha un andamento di va e vieni" Sono esattamente i miei sintomi, solo che sul sito il fastidio veniva riportato come sensazione di oppressione o costrizione, mentre io lamento solo un lieve bruciore. Ora mentre scrivo mi sto innervosendo di nuovo e mi sento mancare l'aria. Ho paura che possa trattarsi di un infarto, l'ho detto ai miei e mi hanno risposto di non preoccuparmi, ma non ci riesco, mi sto sentendo morire. Quando i medici alla mia nascita mi hanno controllato il cuore hanno detto che era tutto apposto, che era tutto perfetto e che non c'erano problemi.. ho paura che la mia vita sedentaria, (anche se non completamente perchè faccio almeno 10 minuti di allenamento ogni giorno) possa avermi danneggiato il cuore. Non voglio morire, vi prego aiutatemi, ditemi di cosa si tratta perchè ho troppa paura :(
PS: non ho mai avuto problemi cardiaci

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Gentile Signorina,

da cio' che lei scrive e da come lo scrive e' evidente che lei non abbia problemi cardiologici, ma di ansia ed ipocondria.
Queste due patologie richiedono un specialista psicologo o psichiatra e non certo un cardiologo.
Ne parli con il suo medico.

Arrivederci

cecchini