Utente 167XXX
Gent.mi dottori, a seguito di una distorsione che mi ha provocato fortissime algie all'alluce del piede (soffro di alluce valgo+piattismo bilaterale) il medico di base, oltre alle indagini diagnostiche del caso (rx e visita ortopedica) mi ha prescritto delle analisi di routine (emocromo, transaminasi, urine....) aggiungendo l'uricemia, pur premettendo che secondo il suo parere il dolore non si trattava di "gotta" ma di evidente problema di alluce valgo.
Ebbene effettuate le analisi ho riscontrato i seguenti valori:

Uricemia 7.7mg/dl(3.4-7.0), Creatitinemia 0.98mg/dl(0.7-1.20), Sodio 143mEq/l(136-145), Potassio 5.07mq/l(3.5-5.1),
ast 28U/L(<41), alt 39U/L(<41), Ygt 34U/L (8-61). Esame urine: pH 5.50, densità 1030, Proteine 10mg/dl(0-20).

Il medico di base mi ha detto che non sapendo effettivamente se questo valore è sempre stato alto, al momento di non prendere farmaci contro l'uricemia ma di effettuare una dieta mirata e fra un mese ripetere le analisi per poi capire il tutto. Ha anche aggiunto che non dovrebbero esserci problemi renali in quanto le proteine nelle urine ci sono e quindi potrebbe trattarsi, eventualmente, solo di uno sporadico eccesso di proteine.
Effettivamente per cause di lavoro fuori sede il mese scorso ho seguito una dieta troppo proteica.
Cerco di bere almeno 2 lt di acqua (a h alcalino) al gg, in più sto curando il colesterolo con delle statine naturali (altacol) ed ogni tanto assumo del Colinox e/o obimal per la sindrome del colon irritabile.
Ora vi chiedo cortesemente se posso stare tranquillo dal punto di vista renale in quanto il medico, stranamente, mi ha trasmesso una certa "proccupazione" che mai avevo visto, neanche quando avevo i valori di colesterolo alle stelle. Grazie per eventuale riscontro

p.s. per i dolori del piede il medico mi ha prescritto dell'Algix dicendo che non poteva influire sulle analisi.
[#1] dopo  
Dr. Michele Di  Dio
24% attività
4% attualità
8% socialità
FOGGIA (FG)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2011
La lieve ipeuricemia può trarre giovamento, oltre che dalla dieta già in corso, dall'assunzione di un alcalinizzante, tipo il citrato di sodio, per un breve periodo. Una dieta normoproteica dovrebbe fare il resto