Utente 378XXX
Salve,
sono iscritto da diversi anni alla lista dalle categorie protette (2009). Nell'ultimo anno, fortunatamente, ho trovato un'attività molto saltuaria (traduzioni e ripetizioni con regolari fatture emesse da un centro linguistico) che mi permette di guadagnare qualcosa. Mi hanno detto al centro dell'impiego (nel quale sono iscritto dal 2010 come invalido civile e che tuttavia non mi è stato assolutamente utile in tutti questi anni) che in base a queste attività, risulterei non più disoccupato (basta 1 ora dedicato a queste attività per far sì di non risultare più disoccupato) e se quindi, volessi cercare qualcosa di più stabile sfruttando appunto le categorie protette e la legge che impone l'assunzione obbligatoria da parte delle aziende, non potrei. Io mi chiedo, avrei dovuto rifiutare i soldi provenienti da questi lavori per rispettare tale normativa? E come avrei potuto? Visto che avevo gravi problemi economici ma che ripeto sono attività estremamente saltuarie e entrate basse molto lontane dai 5000 euro annuali Se mi dovesse arrivare un'offerta da parte di un'azienda in quanto in cerca categorie protette, come dovrei comportarmi in quel caso visto che richiedono l'iscrizione al collocamento obbligatorio? Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Gilberto Marcello Boschiroli
24% attività
8% attualità
8% socialità
CINISELLO BALSAMO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2012
Buon giorno,
mi risulta che per essere assunti come categoria protetta non sia necessario essere disoccupati. L'iscrizione alle liste di collocamento può risultare utile per trovare lavoro, ma non escludono altre possibilità.
Le consiglio, tuttavia, di sentire il parere di un patronato sindacale, certamente più esperto dal punto di vista legale.

Cordialmente,