Utente 881XXX
Mio figlio ha 22 anni.

Fatto consulto con vari specialisti relativamente all'oggetto.
In linea di massima gli hanno "ventilato" trattarsi di questione psicologica.
Fabio, però, ha continuato ad essere del parere di voler essere sottoposto ad intervento chirurgico (...recurvatum laterale destro ...)
Lui me ne parla ma, tenendo conto, della sua privacy, in maniera che io comprenda e lo segua senza ovviamente entrare nei dettagli.

Ho però ora la

Sintesi Anamnestica "...... paziente riferisce EIACULAZIONE PRECOCE e RECURVATUM LATERALE DESTRO, DIFFICOLTA' DURANTE IL COITO ..."


e

Conclusioni "si consiglia seroxat 1 cp/die per 4 mesi, autofotografie e rivalutazione andrologica dopo un mese per ""eventuale"" intervento di corporoplastica"



dell'ultimo andrologo che lo ha visitato e credo anche lui ventilato il fattore psicologico.

Da qualche giorno Fabio sta assumendo seroxat con risultato positivo a livello sessuale (me lo accennava con un timido sorriso) ma riscontrando forti mal di testa tenuto conto che, pur avendo sonno, non riesce a chiudere occhio.

Vorrei cortesemente consulto, SE POSSIBILE URGENTE (NON DORME PIU' !!!!!).
Deve continuare con questo farmaco ? Deve assumere altro per dormire, per il mal di testa?
Nel contempo esce volendo utilizzare l'auto (ovviamente non posso imporre che non la utilizzi !!!) che in questo momento credo debba evitare tenendo conto del medicinale che sta assumendo
Fortunatamente in questo periodo non lavora (aveva già programmato 15 giorni di ferie per cui fra qualche giorno dovrà partire con la sua ragazza; conseguentemente posso tenerlo d'occhio ma vorrei sapere quale per Voi la cosa migliore tenendo conto che Fabio

- considera questo farmaco ad hoc (risolto problema di cui sopra: effetto placebo???)

- non dorme con conseguenti mal di testa

Grazie anticipatamente.

P.S. Auspico ci siano alternative (massaggi rilassanti, medicine placebo). Ho la sensazione che questo/i farmaci portino ad una assuefazione che mi fa paura!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egregi signora,
chiedo scusa dei tanti condizionali, ma il web non è così preciso nella trasmissione di notizie.
Raramente il pene curvo è causa di eiaculazione precoce, ma se causa impaccio alla penetrazione andrebbe comunque corretto chirugicamente. Ora una "ventilazione di fattore psicogeno" è un po vaga, e qualora questa ipotesi venisse suffragata da visite successive del suo andrologo di riferimento, può benissimo fargli presente i propri timori e chiedere esplicitamente se un intervento di stampo psicoterapeutico può essere utile. I placebo, massaggi rilassanti, yoga ecc. hanno poca efficacia nel trattamento delle disfunzioni eiaculatorie. Mi faccia sapere.
[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,il seroxat certamente non ha un effetto placebo sull'eiaculazione,tuttaltro!Sottolineare a Suo figlio i rischi legati all'uso dell'automobile e' un atto di responsabilita' e non una violazione della privacy.Non ritengo corretto ricorrere ad un farmaco per l'emicrania o per l'insonnia,piuttosto,evidenzierei l'eventualita' di modificare la posologia dell'antidepressivo.Ha la sensazione,infine,che sia stato ridimensionato il problema della deviazione dell'asse peniena (un problema in meno...).Ci aggiorni,se ritiene.Cordialita'.
[#3] dopo  
Utente 881XXX

Iscritto dal 2008
Gentili
Dr. Giorgio Cavallini
Dr. Pierluigi Izzo

grazie infinite per la solerzia (dettata sicuramente dalla Vostra professionalità ma credo, anche, dalla mia accorata richiesta di aiuto, di comprendere)con cui avete espresso consulto.

Ho un aggiornamento.

Ho colto spunto da una notizia del telegiornale laddove vi era la cronaca di un incidente stradale: vittima una ragazza investita da un ""signore"" che conduceva la propria auto sotto l'effetto di droghe.

Da qui, il discorso della responsabilità per la propria ed altrui incolumità. E poi tanto amore, razionalità, comprensione reciproca (ed anche qualche "personale" simpatica confessione per sdrammatizzare il momento).

Cosa, alla fine, essenziale la consapevolezza di Fabio nel pensare (già da quasi subito dopo l'inizio della "cura") si debba/possa trattare di fatto psicologico.
Attendeva di terminare la prima confezione di seroxat per poi comunicarlo allo specialista presso il quale si sarebbe recato (e si recherà) per il primo controllo.

In conclusione, da domani Fabio non assumerà più quel medicinale (lo fa star troppo male non riuscendo a condurre una vita "normale" per la sua età) e la prossima settimana prenderà contatto con uno psicologo per esporgli la situazione.

Fra un mese tornerà comunque dal suo andrologo comunicandogli la strada intrappresa nell'intento di risolvere la "questione eiaculazione precoce" ma anche con l'idea di riparlare, laddove in quel momento fosse necessario, di un eventuale intervento chirurgico relativamente al "RECURVATUM LATERALE DESTRO".

Vi ringrazio nuovamente ed auguro buon lavoro.

Maria