Utente 109XXX
buongiorno,
ho 22 anni e mi è stato dignosticato un varicocele sinistro la scorsa settimana, in seguito a dolori nella zona inguinale e nel testicolo. ho fatto un'ecografia che ha permesso la diagnosi, sono in attesa dei risultati degli esami del sangue, delle urine, del spermiogramma e al momento sono in attesa di 3 settimane per una visita urologica ed un eventuale intervento. i dolori si sono attenuati e dopo un paio di giorni di riposo è tornato tutto alla normalità.
ma da ieri sera sono tornati i dolori, un bruciore al testicolo sx, che si propaga lungo la gamba sinistra, come un liquido in eccesso che si sposta a seconda della posizione della gamba e provoca un lieve bruciore ed una specie di intorpidimento dell'arto. il testicolo non è molto gonfio. non ho fatto particolari sforzi fisici, sono stato un po' in giro ed ho caminato, ma niente di eccezionale.
vorrei sapere se sono conseguenze normali della patologiaè o se è il caso di allarmarmi e di sollecitare una visita urgente. graze.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
beh...diciamo che tutti questi segni e sintomi, e poi di tale intensità, sono davvero un pò "troppi" per un varicocele. In attesa della visita specialistica, perchè intanto non si fa vedere dal Suo Medico di base? L'idea non è male mi creda. Magari si tratta di problemi diversi dal varicocele.
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Lettore, mi sembra onestamente che bruciore testicolare, intorpidimendo e bruciore della gamba con il varicocele abbiano ben poco a che vedere. Attenzione però, non discuto assolutissimamente sulla veridicità della diagnosi ma vorrei che riflettesse sul fatto che possa coesistere un'altra problematica (ad esempio muscolare o tendinea se lei fa sport ad esempio).
Faccia con tranquillità la visita Urologica che correttamente ha programmato magari segnalando allo Specialista questi altri disturbi che lamenta. Con semplci manovre alla visita piò emergere una tendinite, una pubalgia o altro.

Un caro saluto