ernia  
 
Utente 425XXX
Salve. Da tempo soffro di tachicardia sinusale inappropriata, dopo diversi accertamenti è emerso che è derivata da ansia e ernia iatale. Tale disturbo lo controllo con bisoprololo da 1.25mg oltre alle cure per l'ernia. Da un mese frequento una palestra con attività cardio intensa. Prima di iscrivermi ho eseguito ECG da sforzo per 2 minuti a 50w con 152 bpm e senza nessuna extrasistole. Adesso soprattutto la sera i miei battiti scendono a 50bpm. La domanda è devo sospendere il bisoprololo? Premesso che prima i battiti a riposo di notte da holter sono risultati 43 minimi 143 max. Adesso non so come comportarmi tutti gli accertamenti (ecg, ecocolordoppler, hotel, ecg da sforzo) dicono che il cuore è sano solo una insignificante insufficienza della valvola mitralica. Grazie anticipatamente, buona giornata .

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La domanda dovrebbe porla a chi le ha prescritto il beta bloccante.
Tenga tuttavia presente che per la tachicardia sinusale inappropriata (diagnosticata spero con un Holter...) si puo' anche impiegare una molecola diversa dal beta bloccante e cioe' la ivabradina, ancor piu' maneggevole, ne parli con il suo cardiologo.

Detto questo la frequenza di 50 bpm a riposo, sotto beta bloccanti, non e' una controindicazione al proseguimento della cura

Arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Grazie, gentilissimo. Quale potrebbe essere il limite sotto il quale potrebbe essere pericoloso? Non vorrei passare da tachicardico a bradicardico. Si comunque ho fatto diversi holter. Tutti mi dicono che è ansia e di recente ho scoperto con la gastroscopia di avere una leggera ernia iatale da scivolamento. Grazie ancora buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non ci sono dei limiti particolari. L'unica cosa da valutare e' la lunghezza del PR al momento della bradicardia piu' spiccata, come il suo cardiologo sa benissimo

La saluto

cecchini
[#4] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille.
[#5] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Gent.mo Dott. Cecchini, pensa che una fq di 50 bpm a riposo possa apportare vertigini, spossatezza e stanchezza estrema o pensa sia dovuta piu ad una componente ansiosa. Io utilizzo come detto in precedenza bisoprololo da 1.25mg perché in genere sono tachicardico (115 BPM) per ansia ed ernia iatale. La ringrazio e spero di non abusare della sua disponibilità. Buona Domenica
[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Non vedo motivo di preoccupazione alcuna

Arrivederci

Cecchini
[#7] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Però io ho malessere diffuso allora non imputabile alla fq cardiaca immagino.
Grazie , non disturbo più.
[#8] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Preg. Mo Dott. Cecchini, esistono patologie cardiache non riscontrabili tramite ECG, holter, ecocolordoppler ed ecg da sforzo? Le dico questo poiché dopo tutti i controlli andati a buon fine, io sento che qualcosa non va. Grazie per la pazienza.
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Ha fatto fin troppe analisi
Si tranquillizzi
Cecchini
[#10] dopo  
Utente 425XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille buona giornata.