Utente 204XXX
Gentili Dottori,
riassumo ciò che accaduto a mio padre a seguito di un incidente d'auto,ora in rianimazione da 10 giorni.
trauma toracico con perforazione polmonare e frattura multipla di costole cui sono seguite più ecografie che sembra non mostrino nessun miglioramento.
Tre giorni fa hanno provato a svegliarlo per una finestra neurologica ed ha risposto con occhi e lingua;cercavano di valutare il trauma cerebrale che gli ha anche causato un ematoma che non desta preoccupazione.
In quella occasione hanno provato a togliergli il drenaggio ma si è creata aria e dunque l'hanno rimesso.
Purtroppo si aggiunge anche il problema di dover operare anche la colonna vertebrale al livello d4-d5 per le lesioni e fino ad oggi lavorano ancora per salvargli la vita.
Io vi chiedo quali sono i tempi di recupero dei polmoni in queste situazioni?
Ci sono ancora perdite di siero e aria.
Considerando magari un uomo di 60 anni,non fumatore ed in ottima salute.
In attesa di un consulto
Vi ringrazio cordialmente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile utente
Sono numerosi i parametri da considerare per poterle risponderle, quello che chiede le potrà essere chiarito solo da chi ha in cura suo padre e costantemente monitorizza le sue condizioni generali.
Un in bocca al lupo.
[#2] dopo  
Utente 204XXX

Iscritto dal 2011
Gentile dottore,
grazie per la sua risposta.
Oggi ho parlato con i medici che hanno in cura mio padre in rianimazione i quali hanno deciso di rimandare l'intervento sulla colonna vertebrale poichè non risulta ancora stabilizzato a livello toracico. Vorrei sapere se attendere ancora prima di fare questo intervento può influire sulla ripresa delle funzionalità legate al midollo spinale.
La ringrazio anticipatamente.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe D'Oriano
36% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Dipende dal grado di compressione che il trauma esercita sul midollo.
Se non esiste compressione si può aspettare.
Prego.