Utente 888XXX
Salve, in data 28 ottobre 2008 ho avuto un rapporto sessuale a rischio con uno sconosciuto a suo dire sessualmente molto promiscuo e imprudente. Gli ho praticato sesso orale, ho ingoiato il liquido prespermatico e non so con certezza se anche un po' di sperma (credo di no); gli ho anche praticato l'anilingus, e lui mi ha messo la sua saliva e il suo dito nell'ano. Ora ho tanta paura di essermi preso una qualche malattia venerea. Quali esami dovrei fare. Dopo quanto tempo dal rapporto sessuale? Ho letto che esistono test per l'hiv per la diagnosi precoce del virus (si chiama Test HIV Ab-p24-PCR). Dove posso farli e dopo quanto tempo?
Nei primi giorni dopo il rapporto ho notato un po' di sonnolenza, ma forse è dovuto all'ansia.
Infine ho avuto un lieve prurito anale, che dopo 9 giorni dal rapporto permane.
Ringraziando per l 'attenzione, saluto con gratitudine che mi risponderà.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Effettui la visita Venereologica (dall'esperto di malattie sessualmente trasmissibili) per la sua sicurezza e tranquillità. In tal modo e con semplicità riuscirà ad avere un quadro completo della sua situazione.

cari saluti.
[#2] dopo  
Utente 888XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dottore, io provo vergogna a dire quanto scritto nel mio primo intervento al mio medico. E lo stesso vale per la visita specialistica che il medico di famiglia mi prescriverebbe. Vivo in un piccolo centro urbano dove tutti conoscono tutti, e sarebbe imbarazzante. Ritiene che a prescindere dalla presenza di un qualunque sintomo, sarebbe saggio rivolgersi al venereologo?