Utente 437XXX
Buongiorno, mi rivolgo a voi per un consulto per una questione che ci sta preoccupando non poco... dunque, a gennaio 2016 mia mamma (76 anni) ha subito un intervento di lobectomia polmonare inferiore destra + linfoadenectomia ilare e mediastinica (stazioni 10,11,6,7) poichè a seguito di una rx al torace (in seguito ha fatto anche tac e pet) gli era stato trovato un nodulo spiculato al polmone fortemente sospetto, risultato poi un Adenocarcinoma moderatamente differenziato G2 (questa la diagnosi definitiva).... l'esame istologico svolto sul nodulo e sui linfonodi dava le seguenti risposte:
A. NON QUADRI NEOPLASTICI (LOBO INFERIORE DX)
B. UN LINFONODO INDENNE DA METASTASI (LNF STAZIONE 7)
C. UN LINFONODO INDENNE DA METASTASI (LNF STAZIONE 11)
D. TRE LINFONODI INDENNI DA METASTASI (LNF STAZIONE 6)
E. UN LINFONODO INDENNE DA METASTASI (LNF STAZIONE 10)
Dopo una settimana di ricovero mia mamma viene dimessa, nessuna terapia da fare, niente chemio, solo controlli di routine da fare durante i mesi a venire. Quindi un mese dopo l'operazione rx di controllo (febbraio 2016, tutto ok), dopo 6 mesi tc torace (quindi ad ottobre 2016, anche questa tutto ok), a marzo avrà la prossima visita di controllo ma questa volta dovrà portare una tc total body con mdc e degli esami del sangue specifici (tra cui CEA e CYFRA 21.1)... oggi sono andato a ritirare le risposte e con mio grande spavento ho notato che il valore CYFRA e di 5,06 mentre il valore CEA è fortunatamente di 0,6. La tac (che penso chiarirà meglio la situazione) la eseguirà venerdi prossimo ma inutile dirvi la paura che è sorta, secondo voi il valore elevato del CYFRA può significare qualcosa di brutto? Potrebbe essere un falso positivo? In attesa di un vostro riscontro cordialmente ringrazio.
[#1] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
4% attualità
16% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Mancano i valori di riferimento e l'indicazione del metodo di determinazione utilizzato. per il CYFRA 21-1.
Un valore aumentato del CYFRA 21-1 potrebbe indicare una progressione della malattia.
Sarebbe opportuno,pertanto, avere dei dati precisi che non possono essere estrapolati dal contesto clinico-strumentale della Paziente per essere ingrado di qualche suggerimento.
In attesa, Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 437XXX

Iscritto dal 2017
Prima di tutto la ringrazio per la risposta... dunque, le riporto i valori dei markers...
CEA: 0,6 ng/ml (valori normali 0,00 - 5,00)
chemiluminescenza

CYFRA 21-1: 5,06 ng/ml (valori normali 0,00 - 2,08)
chemiluminescenza

Ieri ha eseguito la tac total body con mdc e nella parte relativa al torace il referto è il seguente...

"Esiti di lobectomia polmonare inferiore dx.
Alcuni esiti micronodulari in sede postero-basale a livello del lobo inferiore sinistro.
Nodulo non calcifico di 4 mm nel segmento apicale del lobo superiore destro.
Non aree di consolidazione parenchimale in atto.
Non significative tumefazione linfonodali in sede ilare e mediastinica.
Non versamento pleurico o pericardico."

Che ne pensa...? C'è un nuovo nodulo di 4mm che nella precedente tac fatta ad ottobre 2016 senza mdc non c'era, potrebbe essere pericoloso? Ma com'è possibile la formazione di questi continui noduli e, soprattutto, c'è il rischio di un nuovo intervento e/o di chemio? Grazie per la gentilezza, un cordiale saluto...
[#3] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
4% attualità
16% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
l'indicazione principale per l'utilizzo del CYFRA 21-1 è il monitoraggio del carcinoma polmonare non a piccole cellule (come è stato diagnosticato a sua mamma.
Un valore aumentato di CYFRA 21-1 potrebbe far pensare ad una progressione della malattia ma questo dato andrebbe valutato assieme ai dati clinico-strumentali dai Colleghi che hanno in cura la Paziente..
[#4] dopo  
Utente 437XXX

Iscritto dal 2017
Capisco... mi dia un ulteriore parere, lei in questo caso come procederebbe...? Considerando che il responso della tac è di qualche giorno fa, attenderebbe qualche mese per una nuova tac (per vedere l'evolversi della situazione) o farebbe qualcosa fin da ora? Ma come è possibile una progressione della malattia in così breve tempo, a gennaio 2016 dopo l'operazione mia madre non aveva più nulla, asportato il nodulo era tutto finito, ed invece a distanza di un anno siamo da capo a dodici...
[#5] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
4% attualità
16% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
ricontrollerei il CYFRA 21-1 presso lo stesso Laboratorio per verificare se i valori tendono ad aumentare.
Per quanto riguarda il referto della TAC c'è solo una descrizione delle lesioni ma non una conclusione o sospetto diagnostico per cui approfondirei l'esito di questa indagine parlandone con il Radiologo che ha refertato l'esame.
[#6] dopo  
Utente 437XXX

Iscritto dal 2017
Grazie sempre per la cortesia nelle risposte.... secondo lei c'è la possibilità che quel nodulo sia benigno? C'è la possibilità che il valore del cyfra sia aumentato per altre cause? Ho letto (molto spesso anche su queste pagine) che il valore dei marcatori tumorali è si da prendere in considerazione ma spesso il valore aumenta anche per altri motivi non attinenti a cause neoplastiche... è possibile che il nodulo sia benigno e che non aumenti di dimensioni? Mi scusi per le domande forse stupide ed ingenue ma come può notare sto trovando qualsiasi appiglio per rifiutare l'idea di un nuovo tumore....
[#7] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
4% attualità
16% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
certo il CIFRA 21-1 può aumentare anche nel corso di processi infiammatori localizzati all'apparato broco-polmonare.
La cosa più opportuna da fare sarebbe quella di valutari tutti dati clinico-strumentali della Paziente e giungere a delle conclusioni.
[#8] dopo  
Utente 437XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio davvero per la cortesia e gentilezza e le auguro una buona giornata... speriamo bene, che devo dirle... un caro saluto!