Utente 251XXX
Buongiorno.
Nel palmo della mano sinistra, a circa 2 cm dall’attaccatura del dito anulare, ho un nodulo di circa 5 mm.(forse meno, ma con la pelle fatico a capire le dimensioni).
Il nodulo non si vede, si sente soltanto passandoci sopra un dito.
Il nodulo è presente da almeno un anno forse due, ma avendo preso alcuni colpi nella mano in passato e sentendo appena di dolore solo se lo schiaccio direttamente facendo dei lavori manuali, ho sempre pensato che si trattasse di rigonfiamento attorno all’osso dovuto ai traumi.
Sono andato dal sostituto del medico di famiglia, il medico è andato in pensione da poco, e m’ha detto che non ha idea di cosa sia. Ipotizza una cisti o una reazione infiammatoria ad un trauma.
M’ha prescritto un’ecografia che farò a fine marzo.
Altro dato che non so sei sia correlato o meno, ho tutte le unghie delle mani con dei solchi verticali (solo negli indici sono meno evidenti).
Mia mamma aveva l’artrosi deformante (o almeno ho sempre sentito dire così da bambino; adesso purtroppo è deceduta e non ho possibilità di chiedere di preciso).
Il nodulo mi fa appena male solo se lo schiaccio ripetutamente con le dita o se ci prendo dei colpi, e poi mi basta lasciarlo stare per qualche ora che il dolore/fastidio passa e non sento più niente. Dimenticandomi di averlo.
Non ho alcun problema di mobilità alla dita o alle mani.
A volte sento dolore ai lati delle dita, sia a fianco delle punta delle dita, sia a metà, quando faccio lavori manuali al freddo.
Ho navigato in internet e letto del morbo di dupuytren, di cisti, di sarcoma dei tessuti molli e altri tumori maligni.
Alla luce di tutto questo, sintomi, posizione, tempo che ho questo nodulo ecc, è possibile escludere che si tratti di un tumore maligno? Sarcoma dei tessuti molli o altro?
Questo mi aiuterebbe ad attendere l’ecografia con serenità.
Scusate la domanda, ma mia mamma è morta alcuni anni fa per un tumore al pancreas e mio papà ha adesso un carcinoma alla vescica.
Grazie e buon lavoro.
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

l'ipotesi più probabile è che si tratti di una malattia (o morbo o contrattura) di Dupuytren, una malattia a trasmissione genetica che tipicamente non dà dolore locale ma, nel corso degli anni, provoca una lenta ma progressiva flessione del dito coinvolto (nella maggior parte dei casi il mignolo e/o l'anulare).

L'ecografia è del tutto inutile.

Si faccia visitare da un chirurgo della mano: in 3 secondi le dirà se la mia ipotesi è corretta o meno.

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 251XXX

Iscritto dal 2012
Grazie mille per la velocità nella risposta.
Prendo subito l'appuntamento per una visita, senza attendere quindi l'ecografia.

Dalle caratteristiche del nodulo è già possibile escludere tumori maligni? Hanno caretteristiche differenti ?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Stia tranquillo.

L'ipotesi di gran lunga più probabile è quella del Dupuytren.