Utente 389XXX
Salve, ho 34 anni e non ho mai avuto la varicella. Esattamente una settimana fa il mio compagno ha iniziato ad avere febbre e malessere e anche il medico pensava fosse influenza, ma dopo due giorni hanno iniziato a comparire le macchie sulla pelle ...È si è capito fosse varicella. Io in quei giorni sono stata a stretto contatto con lui. Essendo a rischio contagio sono andata appena ho potuto a vaccinarmi. La mia domanda è dopo quanti giorni sono protetta dalla vaccinazione e dopo quanto lui non sarà più infettivo?! Vorrei sapere per quanto tempo sarebbe meglio non avessi contatti con lui.

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
cara Signora,
se lei non è immune si è sicuramente contagiata.
E che abbia fatto il vaccino antivaricella probabilmente non la proteggerà: per sviluppare una risposta immunitaria solida occorre un mese e l'incubazione della varicella è in media di 15 - 20 gg.
Se non si ammalerà significherà che da piccola l'ha contratta in forma sub - clinica ed è immune.
Se si ammalerà il medico le prescriverà antivirali efficaci, sicuri e attivi sul VZV, sia sul ceppo selvaggio che su quello attenuato del vaccino.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 389XXX

Iscritto dal 2015
Salve, purtroppo esattamente due giorni fa ho iniziato ad avere le prime macchie sulla pelle..Oggi il medico ha confermato la diagnosi di varicella. Non mi ha però prescritto nulla, quindi niente antivirale, sostenendo che non serve. Il mio ragazzo l ha preso per una settimana e mi chiedevo perché a me non l' ha prescritto. Tra l' altro lui l' ha avuta in forma molto pesante e nonostante l' antivirale ha sviluppato probabilmente una complicanza ( sta facendo oggi esami per sospetta pericaridite, avendo già escluso la polmonite). Vorrei capire se è sempre consigliabile prenderlo e perché a me non è stato prescritto?! Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
è consigliabile prenderlo, a dosi piene (per esempio famciclovir 500mgx3/die) appena inizino i sintomi.
Perchè il suo medico lo ritenga inutile lo chieda a lui.
Ne risponderà in caso di complicanze.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 389XXX

Iscritto dal 2015
Salve la aggiorno sulle mie condizioni. La varicella è durata una settimana con pochissime vescicole, in forma leggere pochissima febbre e dopo circa 7-8 giorni avevo solo qualche crosta ma fisicamente stavo bene e sono uscita. Alla sera ho iniziato a non stare bene... Giramento di testa, debolezza, affanno a fare qualsiasi cosa. Ho pensato fosse semplicemente debilitazione ...Ma il giorno seguente ho avuto anche febbricola ( da 37 a 37,4 ) tutto il giorno sempre con una debolezza e stanchezza e affanno mai avuti prima. Stamattina sono andata dal medico che mi ha mandato a fare una visita cardiologica con ECG. Sono riuscita sempre in mattinata a fare la visita: dalla visita risulta tutto nella norma ( se poi vuole i dettagli del referto glieli posso trascrivere) ma consiglia con anche una certa urgenza emocromo con sideremia, rx torace e ecocuore. Con i referti sono tornata dal medico di base che mi ha detto di non fare questi esami prescritti al limite solo RX torace , ma niente ecocuore e esami del sangue perché secondo lui io mi sono solo impressionata ( il mio ragazzo ha sviluppato una pericardite come conseguenza della varicella) e non ho nulla. Ora mi trovo a non sapere che medico seguire...e col dubbio che io mi stia immaginando tutto. Che cosa mi consiglia di fare aspettare e vedere se mi passa o fare gli esami prescritti dal cardiologo?!Grazie
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
io al suo posto farei gli esami prescritti dal cardiologo.
Non sono mica esami speciali: anche se non avesse la pericardite comunque conoscerà come è fatto il suo cuore.
Si tratta di un banale ecocardiogramma color doppler mica di un intervento a cuore aperto!
L'Rx del torace è utile per verificare che non ci sia una polmonite interstiziale da VZV, che comunque avrebbe dato altri sintomi.
All'emocromo con sideremia , aggiungerei la ferritinemia e gli indici di flogosi (VES PCR Mucoproteine Frazioni C3 e C4 del complemento, protidemia totale ed ELP, Fibrinogeno...) e la HS troponina.
Sarò lieto di leggere gli esami, se vorrà, per darle il mio parere.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.