Utente 428XXX
Gentili dottori buongiorno.
Da diversi anni a questa parte ho notato di avere in testa un piccolo "bozzo" sotto pelle, che inizialmente pensavo essere una cisti sebacea (so che posso essere comuni sul cuoio capelluto), e alla quale non avevo dato molta importanza per il fatto che non cresceva. Questa specie di piccolo bernoccolo, al palpaggio, sembrava avere un lato più molle e l'altro un po appuntito, ma tutto l' insieme era sotto la pelle e così è rimasto per molti anni sempre uguale.
Circa due mesi fa però, mentre mi facevo lo shampoo, ho notato che mi faceva male, con un fastidio-dolore simile a quello che dà un brufolo maturo. Per cui l' ho toccato un po con le dita ed è fuoriuscito del liquido (soprattutto acqua, forse con un po di pus e sangue).
Dopo qualche giorno da questo evento, è spuntata nella stessa sede una formazione dura e appuntita, di colore chiaro, che il dottore mi ha detto essere un corno cutaneo.
Ora sto aspettando di fare una visita specialistica, ma nell' attesa volevo chiedervi un parere, dato che so che il corno cutaneo è strano per la mia giovane età, e perché noto che nel giro di un mese sta crescendo di dimensioni (ora spunta di circa mezzo centimetro tra i capelli).
Potrebbe essere preoccupante?
Grazie per la Vostra attenzione e disponibilità.
Cordiali saluti.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
Certamente va valutato dal dermatologo perché un "corno"cutaneo potrebbe essere espressione di lesioni discheratosiche o anche epiteliomatose. O magari si tratta di una semplice cheratosi seborroica!
Faccia la visita.
Cordialita
[#2] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio dott. Griselli per la sua risposta. Si farò al più presto la visita.
Le rinnovo i miei cordiali saluti.
[#3] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Gentili dottori,
Vi scrivo nuovamente perché avrei bisogno di un consiglio.
Ho fatto la visita e il dermatologo mi ha confermato la diagnosi di corno cutaneo, forse uscito in seguito all' infezione locale.
Mi ha detto che bisogna fare l'escissione radicale ma mi ha prenotato l'intervento per metà luglio. Gli ho fatto presente che mi dà un po fastidio, e a volte mi brucia e sento il cuoio capelluto come se tirasse. Ma non ho avuto un granché di spiegazioni, mi ha detto solo che bisogna toglierlo.
Ora mi chiedo se è possibile aspettare tre mesi per un intervento del genere, o sia meglio farlo prima, più che altro per tranquillizzarmi. Se ci fosse qualcosa di serio non è bene saperlo subito?
Cosa mi consigliate di fare?
Vi ringrazio ancora per i Vostri gentili suggerimenti e Vi auguro un buon lavoro.
[#4] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le Pz
Se il collega non ha fatto l'urgenza significa certamente che si può aspettare 3 mesi. Ma psicologicamente la comprendo quindi si attivi (sul privato ovviamente è molto più semplice) per un anticipo della rimozione con istologico..
Cordialità
[#5] dopo  
Utente 428XXX

Iscritto dal 2016
Grazie ancora dott. Griselli per i Suoi consigli e anche per la Sua comprensione.
Cordiali saluti