Utente 397XXX
Gentili dottori,
Vi scrivo perché poco più di un anno fa (fine gennaio 2016) in seguito all'apprezzamento di un rush cutaneo, mi è stata diagnosticata dal mio dermatologo la Pitiriasi Rosea di Gibert. La malattia ha avuto in effetti esattamente il decorso che era stato previsto.
Adesso a distanza di un anno è comparsa una nuova araldo patch sull'addome, identica in tutto e per tutto alle macchie che ebbi l'anno scorso, avverto inoltre lievi sintomi parainfluenzali che, mi si dice, spesso associati alla Pitiriasi e sto notando altre piccole macchie in comparsa.
Leggo ovunque​ di medici che screditano la possibilità di recidive, ma altrettanto ovunque leggo di pazienti a cui è stata diagnosticata più volte la pitiriasi, e in effetti sono quasi certa (le macchie sono piuttosto inconfondibili) che stia tornando anche a me.
Perché tale discordanza di opinioni?
Se si sa così poco di questa malattia, come mai si esclude la possibilità di una recidiva?
Se dovesse essere legata ad un herpes virus, come alcuni suppongono, non potrebbe, proprio in quanto tale, essere considerata passibile di un ritorno?
Ci sono altre malattie che presentano gli stessi identici sintomi della PRG che dovrei tenere in considerazione, volendo dare per certo che non esista la possibilità di recidive della stessa?
Ringrazio anticipatamente per l'attenzione e chiedo scusa per la mia ignoranza, ma come tutte le cose di cui si sa poco, questa malattia poco conosciuta mi inquieta un po'...
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente

molto semplice: la PRG può ripresentarsi, sebbene in modo più raro ma non certo eccezionale, nello stesso paziente.

cari saluti ancora
Dr Laino
Dr. Luigi Laino Responsabile Centro Latuapelle - Roma
MST, Tricologia, Laserterapia, Dermochirurgia
www.latuapelle.it

[#2] dopo  
Utente 397XXX

Grazie mille e cari saluti a lei