Utente 104XXX
Da circa tre anni soffro di dolori addominali accompagnati da modificazione dell'alvo e gonfiore; mi sono sottoposta ad una colonscopia, che ha evidenziato una lieve ipermia della mucosa, e ad un esane radiografico seriato dell'apparato digerente con mezzo baritato da cui è risultata una ptosi del trasverso.
Ho seguito per alcuni mesi una dieta senza latte e derivati ma i risultati sono stati pochi e poco duraturi.
Ultimamente mi sono rivolta ad un allaregologo per valutare un eventuale intolleranza alimentare: mi è stata diagnosticata una allergia al nikel e visto che questo elemento è contenuto in molti alimenti mi è stata prescritta una dieta per un periodo di sei mesi.
Volevo sapere se effettivamente i miei sintomi potevano dipendere da qusto e visto le grandi ristrettezze alimentari se potrò mai reinserire gli alimenti eliminati.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Matteo Basso
24% attività
8% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2004
Gentile utente,
seguo alcuni pz. che hanno problemi simili e devo dire che tolti inizialmente molti alimenti e seguito una dieta molto drastica ora iniziano ad introdurre alcuni cibi senza problemi. Abbia fiducia.
Saluti
[#2] dopo  
3962

Cancellato nel 2010
Gentile signora, meteorismo ed alterazioni dell'alvo sono certamente indicativi di una disbiosi intestinale, talora compatibile con intolleranze alimentari o prodotti di sintesi contenuti negli alimenti. Tuttavia anche terapie chemioantibiotiche o cortisoniche protratte possono incidere. Dovrei sapere se in passato ha sofferto di malattie infettive importanti, sia batteriche che virali poichè, spesso la guarigione clinica non coincide con la totale esonerazione del germe dall'organismo. Cordialmente,
Dr. Giancarlo Cavallino
Medicina Integrata
Tel. 3381997446
Web: www.smige.net