dita  
 
Utente 176XXX
Salve.dal 2015 che mi porto avanti dolori alle mani, tra dita e polsi. sono stata da un ortopedico, reumatologo, ho fatto esami, raggi ed ecografie. sempre tutto nella norma. ora in particolare ho dolore, gonfiore e rigidità articolare al 2 dito mano sinistra che si estende verso la nocca e la sua parte laterale (verso il pollice per intenderci). L'ultima visita porta queste diciture:"dolore pressorio alla IFP e alla MCF, lieve dolore pressorio ala puleggia A1 D2 (senza fenomeno dello scatto), non vizi di rotazione delle dita, non deformità.
Ho fatto i raggi poco dopo ed è risultato negativo e da lì mi han detto di venire al bisogno.

Io mi chiedo, se è sempre tutto negativo, non è il caso di approfondire diversamente per capire il mio problema? tipo una tac o una risonanza?
ora ho dolore e gonfiore anche al polso sempre sinistro, è gonfio sopratutto nella parte interna del polso e dolore quando spingo verso il pisiforme (credo). mi capita spesso nei movimenti più semplici di sentire proprio delle fitte di dolore al polso, come un punzecchiare.
ultima domanda. a novembre ho avuto una leggere crepa al secondo dito mano destra per trauma a lavoro. sosn stata a riposo circa due mesi. possbile che rimane ancora un poco gonfio e a volte dolorante?

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

certamente, potrebbe fare accertamenti "generici" tipo un'ecografia o una radiografia, ma non saprei dirle di più senza una valutazione diretta della situazione.

Forse la cosa migliore sarebbe consultare un chirurgo della mano:

http://www.sicm.it/it/chirurghi-e-professionisti/i-soci/mappa-soci-sicm.html

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Utente 176XXX

Iscritto dal 2010
Salve, grazie per la risposta.
di ecografie e raggi in media ne ho fatti una all'anno dal 2015. sono stata pure da un chirurgo della mano (Fu.P a Rimini), mi ha dato nuovamente raggi da fare. Purtroppo nel controllo dei raggi era stata chiamata d'urgenza e mi ha ricevuto il Dottor Ba. e sinceramente è stato molto frettoloso,mi ha detto tutto ok e di venire al bisogno.
Io mi chiedo come possa essere tutto ok, se la parte laterale della nocca e l'articolazione tra la falange intermedia e prossimale è gonfia e dura...duro come osso, ma sento proprio il solco. si vede anche il profilo che non è come nell'altra mano. in pratica mi ritrovo punto a capo.


Spero possiate darmi consigli su come procedere, calcolando che ho un medico di base che dice "è normale, può succedere..." pur di non scrivermi una ricetta per approfondire la questione...e intanto son sempre andata via privata.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non so cosa risponderle.....purtroppo, se non viene fatta una diagnosi, almeno ipotetica, non si può neanche tentare una terapia.

In ogni caso, se c'è un dolore localizzato, si può tentare una terapia antiinfiammatoria locale (gel, crema, gocce, schiuma, fino a una infiltrazione): a volte, anche in assenza di una diagnosi certa, si ottiene comunque il risultato.