Utente 427XXX
Buonasera dottori, io ho una terza classe abbastanza evidente seppur non gravissima, che mi porta problemi alla dentatura (denti storti), e problemi ai molari perché non chiudono bene e si infiammano. Oltre ovviamente ai gravissimi problemi estetici che mi condizionano molto anche psicologicamente.

Ho quasi 20 anni, vorrei tanto farmi l'operazione e liberarmi da questo incubo che mi tortura ormai da quando sono nato.
Il problema che mi sta distruggendo è il seguente: io ho una vita sociale, amicizie, un percorso di studi, un altro percorso di studio relativo alla musica perché sto formando una band, sto per cercare lavoro, una ragazza ecc...
Ho una vita, e ho paura di bloccarla e di cancellarla completamente seguendo la terapia.

Intendo, per l'operazione non si parla di un intervento che scegli il giorno, lo fai, e arrivederci. No, a quanto ho capito ci vogliono anni per finalizzare tutto, e io non lo riesco a sopportare.
Mi hanno detto che devo portare un apparecchio che mi peggiorerà ulteriormente la situazione (per chissà quanto tempo), e ovviamente in quello stato non mi farò vedere da nessuno, poi operazione, poi mesi di riabilitazione, cosa ne sarà poi della mia vita attuale? Ora che ho 19 anni, mi ritroverò tra chissà quanti anni avendo perso tutto?


Quindi le mie domande sono le seguenti:
- Cercando di stringere i tempi, quanto tempo mi toglierà la terapia pre, operatoria, e post?
- L'apparecchio in che senso "peggiora" la terza classe? Mi rovinerà esteticamente ancora di più?
- Io soffro di attacchi di panico soprattutto quando sento un dolore o una paura che supera il mio limite di sopportazione, impazzisco letteralmente, ce la farei a soppprtare questo percorso e il dolore operatorio? (Devo operare sia mascella che mandibola).
- A quali rischi mi sottopone l'operazione? (Nel caso non andasse tutto ok).

Grazie mille!!
[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Il Timing chirurgico ortodontico prevede una fase di decompensazione dentale da parte dell'Ortodontista della durata di circa 12-18 mesi a seconda della gravità.
L'intervento comporta un periodo di stabilizzazione post -chirurgico di circa 30-40 giorni a seconda dei casi,seguito da una fase di rifinitura ortodontica della durata tra i 6 e i 12 mesi.
Esiste anche una Fyrst SURGERY che accorcia i tempi,saltando la fase iniziale di decompensazione.
Le consiglio di rivolgersi ad un esperto Chirurgo Maxillo che abbia nel team anche un valido Ortodontista .
Buona Serata
[#2] dopo  
Utente 427XXX

Iscritto dal 2016
Oddio non sapevo nulla di questa Fyrst Surgery, prima di rallegrarmi di nuovo vorrei sapere, questa opzione mi sottopone a dei rischi?
Cioè, di solito le "scorciatoie" hanno sempre dei rischi in più rispetto alle terapie base, se possibile mi potreste dire le differenze?

Comunque si, ora cercherò di godermi l'estate e poi da Settembre andrò dal Maxillo Facciale e dall'ortodontista per almeno cominciare a discutere sulla terapia, però capiremi, ho almeno bisogno adesso di essere rassicurato sul mio futuro altrimenti rischio davvero di entrare in depressione...
[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Non ci sono rischi se non quelli legati ad un qualunque intervento,il trattamento ortodontico viene solo posticipato.
Ma solo alcuni Ospedali (Eastman,San Raffaele ) in Italia propongono tale approccio.
Saluti
[#4] dopo  
Utente 427XXX

Iscritto dal 2016
Scusate se approfitto della vostra disponibilità, un ultimissimo messaggio per togliermi ogni dubbio.

Questo trattamento ortodontico, mi è stato detto che peggiora la situazione della terza classe, vorrei capire in pratica come mi cambia e se peggiorerò esteticamente.

Inoltre, vorrei sapere quali sono i rischi dell'intervento (ad esempio ho sentito parlare di desensibilizzazione delle labbra) e quanto comuni siano, e se ci sia rischio di morte.
Tutto qui queste sono le ultime domande, grazie mille di tutto dottore!
[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
1) la decompensazione in caso di "parziale compenso dentale"
é una fase ortodontica di preparazione alla chirurgia ortognatica in cui lo spostamento dentale è in funzione del rapporto/ posizione che i denti dovranno avere dopo la chirurgia.
l'occlusione durante la preparazione chirurgica peggiora come pure l'estetica .

2) l'osteotomia della mandibola può comportare una fase di
insensibilità transitoria dovuta alla gestione chirurgica
del nervo alveolare inferiore.

3) anche un'estrazione dentaria in teoria pone rischi!
prima di qualunque intervento sarà l'anestesista a fare una
serie di valutazioni clinico-laboratoristiche (cardiovascolari,neurologiche,endocrinologiche,neurologiche e quant'altro ) per escludere patologie che controindicano
non solo l'intervento in questione,ma qualunque tipo di chirurgia.
Tranquillo,avrai modo di chiarire tutto a suo tempo e di richiedere
soprattutto una simulazione computerizzata (prima di iniziare)
di come sarà l'occlusione e l' estetica finale.
Alla tue età bisogna essere sempre positivi,la depressione lasciala ad altri........
Ciao