Utente 453XXX

Salve sono Anna una ragazza di 17 anni e circa due anni fa mi sono state diagnosticate una lordosi con una conseguente cifosi. Mia zia lavorante in ospedale mi ha fatta seguire da una fisioterapista sua conoscente, la quale considerava non indispensabile un busto. Ho infatti seguito per tre mesi fisioterapia con esercizi a casa. Nel frattempo ho anche consultato degli specialisti che mi hanno invece consigliato di mettere un busto per circa nove mesi ma i miei genitori me lo hanno sconsigliato per la scomodità fino a convincermi a continuare solo con la ginnastica posturale. La situazione non è mai comunque drasticamente migliorata e da settembre essendomi trasferita in ***** per studio ho interrotto ogni tipo di trattamento.
La mia postura è però ancora una volta molto peggiorata e, nonostante il molto esercizio fisico (frequento quasi quotidianamente palestra o piscina), sembro come gravida per la pancia molto in fuori se di profilo e molto gobba. Non ho dolori forti come lo scorso anno forse per beneficio dello sport ma esteticamente mi sento orribile e quello che più mi preoccupa è come si evolverà nel tempo.
Mi chiedevo cosa potessi fare (dopo l'estate ritorno in Italia) e soprattutto se potessi ancora valutare l'idea di un busto nonostante l'età (posso però aggiungere di essermi sviluppata parecchio tardi rispetto alle mie coetanee).
Grazie mille per la pazienza e il tempo, le auguro una buona giornata!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
16% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Gentile sig. na
solo valutando un esame radiografico e dopo un attento ed approfondito consulto specialistico è possibile dare certezze.
Certamente bisogna valutare l'entità, i gradi della alterazione morfologica, il livello di accrescimento scheletrico, di maturazione scheletrica del rachide per esaminare i margini di correggibilità di una scoliosi, cifosi o lordosi.
Esegua un approfondito consulto specialistico ortopedico, con radiografie idonee in ortostasi, cioè posizione eretta e allineata.
Si ricordi però che nuoto, ginnastica di attivazione del rachide e ginnastica idonea correttiva le daranno solamente beneficio.
Si affidi anche ad un Medico specialista Fisiatra, dopo l'ortopedico, che la possa seguire bene nei trattamenti fisiochinesici del rachide.

Cordiali saluti
alessandrocaruso26@gmail.com