Utente 456XXX
mio figlio ha subito un incidente che gli ha provocato una frattura scomposta di tibia e perone.
E' stato operato con l'apposizione di un chiodo midollare nella tibia. Analizzando la radiografia di controllo mi accorgo però che nulla è stato fatto al perone che continua a manifestare una pronunciato disallineamento fra i due monconi ossei e che a distanza oltre 70 gg dall'intervento non ha ancora formato il callo osseo. Il medico che lo ha operato ci dice che essendo il perone non un osso portante non ha bisogno di ulteriore intervento, e che può essere lasciato così, invece il fisiatra che ora lo ha in cura ci dice che gli sembra strano che non vi sia stato un contestuale intervento sul perone e che lasciato così mio figlio potrebbe avere problemi in futuro se vorrà fare attività sportiva. Mio figlio è un ragazzo di 22 anni che faceva intensa attività sportiva e questo fatto mi preoccupa. Cosa devo fare, è normale che non sia stato fatto anche il riallineamento del perone quando è stato operato? Cosa faccio, mi devo fidare del chirurgo che l'ha operato e mi dice di lasciarlo così?
Ringrazio anticipatamente chi vorrà consigliarmi.
[#1] dopo  
Dr. Marco Angelo Vindice Piras
16% attività
16% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
Prenota una visita specialistica
Buongiorno, senza vedere le immagini è difficile dare un parere corretto. Tutto dipende dalla zona del perone e dal grado di scomposizione. Normalmente la zona diafisaria ed epifisaria prossimale non viene ridotta e sintetizzata, mentre la zona malleolare e della sindesmosi lo necessitano.
[#2] dopo  
Utente 456XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio per la risposta. Il perone è spezzato quasi al centro e i due monconi dell'osso sono disassati di circa 1,5 cm.