Utente 457XXX
Salve,
sono una ragazza di 15 anni e avrei un dubbio che mi spaventa alquanto. Ovvero che giorni fa, all'inizio del mese, avrei dovuto fare un richiamo antitetanica (quello dei 15 anni per l'appunto) ma è saltato a causa della somministrazione di un altro vaccino di importanza maggiore che avevo saltato. Così questo richiamo mi è stato spostato alla fine del mese prossimo, la dottoressa che mi ha vaccinata ha detto che dovrei essere coperta fino a quella data ma che in caso di tagli sarebbe meglio che facessi subito delle immonoglobuline per evitare problemi.
Il mio dubbio è che due giorni fa mi sono fatta un taglietto veramente piccolo sulla caviglia, non sono sicura se mi sono tagliata in campagna mentre giocavo con il mio fratellino piccolo o se è stato il mio cagnolino a graffiarmi (anche se a me sembra più un graffio del cane che uno in una pianta).
Questo graffio è avvenuto la sera e io la notte non mi sono accorta di niente, ma la mattina dopo appena l'ho visto, l'ho disinfettato subito e pulito con acqua ossigenata.
Ripeto che questo taglio è veramente piccolo e lineare, si fa rimarginando velocemente e alla vista appare veramente insignificante, inoltre ho controllato bene, non è profondo ma superficiale, non fa male e non vi è presenza di corpi estranei come terriccio o spine.
L'unico problema è che ho controllato su alcuni siti internet e non sono molto rassicuranti su questi tipi di cose, dicono che le ferite procurate in campagna sono pericolose, anche le più piccole.
Io non ho avuto sintomi preoccupanti, anche se nei giorni precedenti sono già stata male a causa di una faringite e di una cervicale/otite causate da ventilatore e aria condizionata o a causa di forti sbalzi di temparatura che hanno causato anche mal di testa e spossatezza.
Per questo motivo domani dovrò fare degli esami del sangue di routine.
La mia domanda era per avere un quadro più specifico della situazione dal punto di vista di un medico, così da stare un po' più tranquilla, visto che soffro di ansia eccessiva e di qualche disturbo di ipocondria; e per sapere, soprattutto, se questo tipo di ferite può risultare ugualmente pericoloso anche se microscopiche alla vista.
Un'altra domanda che mi sorge spontanea è quella di sapere se dalle analisi del sangue si possono riscontrare infezioni del genere, anche in fase di incubazione, attraverso il numero dei leucociti.
Grazie tante per la disponibilità e spero possa ricevere delle risposte abbastanza esaustive e tranquillizzanti al più presto.
[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino
44% attività
8% attualità
20% socialità
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buonasera, spero di darle delle risposte "esaustive" ma non certo scrivendo così tanto come lei ^__^
Stia tranquilla, lei comunque ha una copertura residua fatta con la vaccinazione precedente che va richiamata. Uno slittamento di un mese non comporta nulla anche per quella piccola ferita che si è appena fatta. Piuttosto FA BENISSIMO a rinnovare le sue vaccinazioni scadute perchè soprattutto per il tetano è molto importante avere una immunità valida per questa malattia infettiva e le sue temibili conseguenze.
Annualmente sono veramente tanti i casi di tetano in Italia che finiscono in Rianimazione, tanti soprattutto se si considera che potrebbero non essercene affatto se tutti fossero puntualmente coperti dal punto di vista immunitario e rispettassero il calendario vaccinale anche coi rispettivi richiami. Evitando pure di ricorrere alle immunoglobuline (derivate dal sangue umano) in caso di lesioni sospette.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 457XXX

Iscritto dal 2017
Grazie tante dottore!
Le sue risposte sono state molto esaustive e scusi davvero tanto il mio papiro, ma desideravo esprimere meglio le mie preoccupazioni al riguardo.
Sono molto più serena e certamente anch'io pensavo che uno slittamento di un mese non sia poi un granché.
Ovviamente effettuerò alla data programmata il richiamo in modo da essere coperta in modo sicuro.
Cordiali saluti