fsh  
 
Utente 393XXX
Salve,

ho 45 anni e so benissimo di avere già superato la fase nella quale sarebbe bene cercare figli, ma la vita talvolta fa i suoi percorsi, e vorremmo comunque provare inseminazione o FIVET, siamo già ovviamente in contatto con una clinica, avrò l'appuntamento tra una settimana,ma come capirete, l'ansia c' é, e mi piacerebbe pertanto avere un primo consulto con un medico, qui.

Ho fatto le analisi di cui sopra al terzo giorno di ciclo, lo scanning per la conta dei follicoli ne ha rilevati 4, ma l' FSH é davvero troppo alto, 14,2, e l'ormone antimulleriano é davvero troppo basso, 0.69. Lasciamo perdere subito o possiamo tentare l´intentabile?

Un caro saluto, e grazie per la vostra cortese attenzione,

cari saluti,

AG
[#1] dopo  
Dr. Raffaele Carputo
24% attività
12% attualità
12% socialità
CAVA DE' TIRRENI (SA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2017
Prenota una visita specialistica
Buongiorno,
gli esami che ha realizzato sono normali per una donna di 45 anni. Le spiego. Con il passare degli anni si riduce tanto la quantità di follicoli che la qualità degli ovociti in essi contenuti. Si stima che a 45 anni più del 95% dei suoi ovociti sono anormali e pertanto non capaci di dar luogo ad una gravidanza evolutiva. Nel suo caso tanto l'inseminazione che la fecondazione in vitro non sono indicati. La percentuale di parto con una fecondazione in vitro omologa ossia utilizzando i suoi stessi ovuli è inferiore al 5%. In presenza di età materna elevata (sopra i 43 anni) associata a ridotta riserva follicolare la FIVET perde tutti i suoi benefici (se il materiale biologico è ridotto in quantità e qualità stimolando con farmaci non si ottengono risultati).
Nel caso concreto il percorso con miglior rendimento psicologico ed economico è l'eterologa (ovodonazione). Con questa procedura si utilizzando ovociti di una donatrice con età inferiore ai 30 anni; ció le permette ottenere delle percentuali di gravidanza clinica superiori al 70% una volta che altri fattori interferenti siano stati esclusi.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
458158

Cancellato nel 2017
Gentile Signora
mi sento di consigliarle un trattamento di FECONDAZIONE IN VITRO CON OVODONAZIONE, che consiste nel procurare uova da parte di una donatrice giovane e sana. In questo senso, lei avrebbe 40-60% di probabilità di gravidanza, a fronte della purtroppo virtualmente quasi nulla possibilità di avere un "bambino in braccio" con le sue proprie uova residue. Tenga presente che, anche in caso di gravidanza con le sue uova, il tasso di aborto a 45 anni è elevatissimo, purtroppo.

Cordialmente
Dott. Angelo Tocci
Ginecologo Andrologo Sessuologo