Utente 366XXX
Buonasera ho 41 anni, sono diabetico dall età di 19 anni, patolgia questa che ho sempre controllato bene con un emoglobina compresa tra 6.0 e 6,2. Il mio problema comincia circa un mese fa con continua emissione di urina sia il giorno che la notte.problema che condiziona pesantemente sia la vita quotidiana sia il riposo.privatamente ho consultato un urologo che tramite un ecografia ha escluso sia patologie vescicali che renali. Esasperato dalla situazione mi sono presentato all ospedale dove sono stato ricoverato per un iposodemia (120) la situazione della poliura è perdurata arrivando ad urinare tra 2,5litri fino a 4,8 litri.e ad oggi anche dopo le dimissioni continuo ad avere lo stimolo ad urinare continuo.i vari esami del sangue fatti da ricoverato (elettrocardiogramma,creatinina,azotemia,emocromo,esami del fegato, prolattina, osmolarita plasmatica,aldosterone,renina,acth,procalcitonina,esami della tiroide) sono nella norma. Il sodio che al momento del ricovero era molto basso ha ripreso a salire fluttuando tra 131 e 136. L Adh era a7,9 ( minimo 6,7). Le urine nel periodo del ricovero hanno evidenziato un peso specifico basso (tra 1007 e 1012) e nella raccolta delle 24 ore sono passato da un valore alto del sodio di 315 a un valore decisamente più basso di 46, in piu era presente micro albumina (0, 60) valori normali tra0 e 3. I medici sostengono che questo quadro sia interpretabile con una tubolopatia indotta da farmaco, (ho preso nel mese di agosto Fans tra le 4 e 6 dosi totali per un mal di schiena)e stanno aspettando evoluzioni per capire se il problema è cronico o meno. volevo avere un parere sulla mia situazione e capire se la diagnosi può essere realistica o se a parer vostro ci potrebbe essere qualche altra chiave di lettura e soprattutto come in futuro potrò gestire queste problematiche se il problema fosse cronico. Grazie in anticipo

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Remo Luciani
28% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Egregio Signore,
i dati da Lei riferiti non sono abbastanza esaustivi per poter dare un giudizio.
Andrebbero valutati altri parametri relativi agli elettroliti alla glicemia e all'uricemia per poter dare un giudizio esaustivo.
In generale ipotesi dei Colleghi è plausibile e va seguita nel tempo per vedere andamento.
Cordialmente