Utente 826XXX
Ho 32anni e da sempre soffro di reflusso venoso penieno che mi e' stato diegnosticato dal medico,la cosa mi da' erezioni instabili e perdita improvvisa dell'erezione che mi ha causato in passato notevoli tensioni,adesso uso il levitra ad ogni rapporto e il problema e' scomparso.Vorrei chiedere se e' una malattia venosa che puo' riguardare in futuro altre parti del corpo(es. cuore e sistema vascolare)oppure riguarda solo l'apparato genitale e da cosa e' causato il problema e se ci sono sistemi per eliminarlo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore,

la disfunzione veno-occlusiva cavernosa che le impedisce di avere una ottimale rigidità e di mantenerla e che risponde bene dilatando le arterie peniene con il Levitra ( in pratica facendo arrivare nei corpi cavernosi più sangue di quanto ne esca..) spesso si associa ad altri problemi di "tenuta" del sistema venoso che si esprime in "malattia" in particolari distretti corporei ( gambe, retto-ano, testicoli) con la comparsa di vene varicose, emorroidi, varicocele.
Altre volte, invece, la patologia venosa di tali distretti non è tale da creare "malattia"
cari saluti
[#2] dopo  


dal 2010
So che dovro' usare farmaci come il levitra a vita,il guaio e' che hanno un costo pazzesco,ci sono previsioni che caleranno di prezzo? e altrimenti ci sono dei surrogati per in qualche modo sostituirli con qualche altro prodotto?ho sentito parlare di pomate all'arginina oppuremidevo rassegnare a questi costi visto che ho anche famiglia
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

è in corso una massiccia campagna pubblicitaria su pomate all'arginina che, a mio personale parere è simile a quella del Siero caprino di Bonifacio per la cura dei Tumori .
Se lei ottiene una adeguata erezione utilizzando il Levitra potrebbe vedere di ottenerlo via WEB a costi ridotti.
So per certo ( nel senso che mi è stato confermato da miei pazienti ) che alcuni siti lo vendono a prezzi ridotti con efficacia ottimale .
Per un soggetto giovane e "motivato" la soluzione chirurgica protesica non va considerata "assurda"
qualche informazione in più su www.erezione.org
cari saluti
[#4] dopo  


dal 2010
Certamente prendero' in considerazione il discorso protesi anche se sicuramente non sara' un costo di poco conto,se lo ritiene pertinente saprebbe indicarmi almeno un sito web dove si trova a minor costo il levitra,per me sarebbe molto importante
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egergio signore,
Anzitutto sarebbe il caso di capire la causa del suo problema che spesso è uin sintomo psicologico, ormonale e metabolico. In secondo luogo notizie di quel genere che lei chiede noi non possiamo darle e nessuno gliele darà poichè è reato punibile penalmente.
[#6] dopo  


dal 2010
Avendo fatto un doppler dinamico il reflusso esiste veramente quindi il problema venoso c'e',poi le componenti psicologiche ci possono anche essere ad esempio il partner non e' piu' attraente come una volta(non e' il mio caso)pero' la psicologia e' un labirinto difficile da districare visto che non esiste un interruttore specifico per far tornare le erezioni regolari,le indagini metaboliche le ho fatte ed e' emerso un testosterone libero un po' basso (13pg/ml)mentre gli altri valori sono nella norma.ho fatto una cura con testogel con nessun risultato anzi effetti negativi come aumento di peso,perdita di capelli quindi l'ho sospeso,di altre patologie non ne ho,gli unici farmaci che funzionano sono il levitra e il cialis,mentre il viagra non mi funziona perche' ha un effetto transitorio molto breve,mi e' stata proposta la protesi che forse e' la soluzione migliore anche se a 32 anni....
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

se a 32 anni si scopre di essere ipertesi si dovrà prendere il farmaco antipertensivo per tutta la vita, se si scopre di essere diabetico ugualmente.
Se si scopre di ha un problema al ginocchio si deve mettere una protesi, se la carie ha danneggiato i denti si metteranno degli impianti protesici e si può vivere tranquillamente giocnado a calcio, sciando, mangiando tutto tranquillamente...
Perchè non si deve pensare che, avendo un problema erettile che disturba, altera i rapporti sessuali, crea ansia, turba i rapporti relazionali.....non si possa risolverlo definitivamente con una soluzione chirurgica ??
Un paziente che vive a Parma , operato 5 anni fa, mi scrive, mandandomi gli auguri di natale "
" ...con immutata stima e simpatia le rinnovo gli auguri di Natale
XXX XX
PS: finora (ormai 5 anni) tutto ok !!!!!! rallegramenti!!!!!"
cari saluti

[#8] dopo  


dal 2010
Ci pensero' un po' anche se forse ha ragione,anche perche' quei farmaci presi per tutta la vita non so come mi ritrovero' tra 20anni,auguri anche a lei
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Egergio signore,
la fuga venosa è un sintomo, non una malattia. Tutto là. Meglio curare la malattia del sintomo.
[#10] dopo  


dal 2010
Forse non ho capito cosa intende dire per malattia e per sintomo,e la malattia in cosa consisterebbe?come la curerebbe?
[#11] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
La malattia si svela attraverso il sintomo. La fuga venosa è sintomo di problema, non il problema. Che poi si salti il tutto con una protesi è una opzione, che secondo me, non può essere presa in considerazione via e.mail, ma solo de visu.
[#12] dopo  


dal 2010
Il vero problema qual'e' dottore?psicologico?insicurezza?problemi relazionali?testosterone basso?
[#13] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Glielo avrebbe dovuto dire che le ha fatto esami e l' ha vistata, di qua non lo so. Posso solo dire che la causa del suo defict erettivo è ignota.