Utente 939XXX
Salve sono un uomo di 35 anni ed ho un problema da circa 6 mesi, una macchia rossa intorno al meato uretrale, senzazione di un corpo estraneo nell'uretra, disturbi erettivi ,bruciori e cattivo odore al glande.
Mi sono accorto di questo e sono corso dall'urologo che ha trovato il Glande in condizioni normali,mi ha prescritto analisi delle urine e dello sperma che sono risultate nella norma.
Masturbandomi(solo in erezione) ho notato al tatto una pallina miniscola che è palpabile solo a pene eretto,il mio urologo non ha notato nulla di particolare.

non nascondo un certo timore per patologie gravi.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

per una più corretta valutazione della sua particolare situazione clinica dovrebbe a questo punto consultare un esperto andrologo oppure un urologo ma con chiare competenze andrologiche.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com


[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

dalla sua descrizione potrebbe trattarsi di una uretrite "anteriore" ( una infiammazione del tratto finale del canale uretrale fino al glande) evidenziabile con un tampone uretrale per germi comuni, clamidia e micoplasma. effettuato dopo almeno 7 giorni dall'ultimo antibiotico assunto.
La "pallina" percepita durante la erezione dovrebbe essere indicata con precisione all'urologo che la visita in stato di flaccidità
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 939XXX

Iscritto dal 2008
Lunedì mi recherò da un andrologo,vi ringrazio moltissimo per la vostra disponibilità,che Dio vi benedica.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ci tenga comunque aggiornati sull'evoluzione della sua situazione clinica, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#5] dopo  
Utente 939XXX

Iscritto dal 2008
Cari dottori,mi sono recato da un andrologo che mi ha visitato accuratamente trovando la situazione del glande normale.
Ha eseguito un ecografia completa di bacino,pene e testicoli, non riscontrando problemi particolari tranne "poche fibre muscolari nel pene"
non riesco a ricordare la dicitura appropriata.
Premetto che ho avuto fino allo scorso anno erezioni abbondanti e soddisfacenti indipendentemente dalla mia attività sessuale.

Ho notato che i miei disturbi di bruciore si sono attenuati il giorno successivo alla visita.
Ora credo di essere diventato ipoccondriaco..perchè sono oramai sei mesi abbondanti che questo problema permane.
Il pene è flaccido senza il suo solito tono, e le erezioni sono sempre più difficili da raggiungere,
Ho pensato alla sclerosi multipla, nonostante mi sia anche recato da un famoso neurologo un anno fa che mi ha trovato in condizioni normali,dicasi idem per il fisiatra ed ho eseguito anche una risonanza magnetica tratto lombo sacrale...
Ho bisogno di uno psicologo, come potrei comportarmi per
risolvere il mio caso...ho perso il senso dell orientamento,ho una giovane moglie, la mia pena è soprattutto per lei.
Mi scusino della lunga lettera
E ricevano i miei auguri di Buone Feste anche se in forte ritardo.
[#6] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

utilissimo a questo punto determinarsi con lo specialsita Venereologo (esperto di cute e mucose genitali) al fine di determinare una diagnosi competente con la sua sintomatologia cutanea.

nel frattempo e se vorrà può leggere un personale articolo presente nel nostro portale medicitalia.it all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=39890

per comprendere quante e quli cause ponno celarsi dietro un rossore persistente del glande e/o del prepuzio interno.

cari saluti
[#7] dopo  
Utente 939XXX

Iscritto dal 2008
Grazie Dott.Laino lo farò sicuramente anche se come ho precisato prima i miei sintomi di irritazione cutanea si sono attenuati,quello che mi preoccupa è lo stato di disfunzione erettile che continua ad aggravarsi,riesco ad ottenere un erezione soddisfacente solo stimolandomi e per pochi minuti,non ho problemi con la libido, mentre invece noto anche disturbi urinari.

Ripeto il mio andrologo eseguendo un ecografia completa ha trovato poche fibre muscolari nel pene,è possibile che si sia demielinizzato,che sia presente una sclerosi multipla che neurologi e fisiatri non hanno saputo vedere?

E' da due anni e mezzo oramai che la gamba destra che è stata sempre il mio arto più forte, sembra aver perso tono.Ho eseguito moltissime visite specialistiche ed oramai vivo nell'angoscia da periodo interminabile.

Potreste aiutarmi a capire cosa mi succede,in che direzione muovermi?
Grazie ancora.
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

quadri clinici particolari e complessi come il suo non possono essere affrontati e tanto meno capiti e risolti tramite una e-mail e richiedono, come già le è stato detto, sempre una attenta valutazione clinica diretta .

A questo punto riconsulti il suo medico di medicina generale che, riesaminato in prima istanza il suo problema , potrà eventualmente indirizzarla successivamente verso una più mirata valutazione specialistica andrologica , neurologica od altro.

Sempre un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#9] dopo  
Utente 939XXX

Iscritto dal 2008
il mio medico mi ha detto di escludere che le cause del mio deficit erettile siano da attribuirsi ad una sclerosi,inquanto dovrei avere già problemi importanti agli arti inferiori prima di passare a questi sintomi,mi ha prescritto il levitra per due mesi imputando il mio deficit a cause psicologiche.
Io ero preoccupato soprattutto perchè nella precedente visita l'andrologo aveva trovato con l'ecodopler poche fibre muscolari,ed in effetti il mio pene è come non avesse più "forza" anche allo stato di riposo che solitamente era contratto ora è floscio ed allungato.
E perchè avverto bruciore all'uretra e non urino più con la stessa forza,e dolori al basso ventre, anche quando ejaculo in masturbazione il pene e semiflaccido ed avverto bruciore tra la prostata e l'ano..nonostante la mia prostata sia in forma.
Proverò con questa terapia.
Grazie infinite.
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

a questo punto segua attentamente le indicazioni ricevute dal suo medico curante e poi eventualmente bisogna riconsultare un esperto andrologo.

Cerchi di capire bene quello che le riferisce perchè l'ecocolordoppler delle arterie peniene non ci permette di fare una valutazione del numero e della quantità di fibre muscolare presenti a livello di un corpo cavernoso.

Sempre un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com