Utente 703XXX
Salve, Le scrivo per parlarLe di un problema che riguarda il mio ragazzo. Quando facciamo l'amore lui non è mai riuscito ad arrivare all'eiaculazione con la penetrazione: dice di non provare niente e dà la colpa al preservativo. Invece con la masturbazione manuale non c'è nessun problema. Quindi procediamo sempre in questo modo: prima facciamo l'amore, poi quando ci siamo stancati lo masturbo e lui "arriva". Sinceramente questa situazione non mi è mai pesata, anzi in un certo senso mi faceva anche piacere perché così non correvo nessun rischio di restare incinta; siccome però stiamo cominciando a programmare un futuro matrimonio mi chiedevo come farò un domani, appunto, a rimanere incinta. Per tutto il resto non ci sono problemi, anzi lui è un ragazzo piuttosto "focoso" e arriva facilmente all'erezione e soprattutto ci piacciamo molto, non capisco perché proprio uno come lui non riesce a provare niente durante il rapporto, non credo che dipenda dal preservativo, come dice lui, perché lo usano tutti e non ho mai sentito di questi problemi. L'unica cosa che posso pensare è che lui è una persona molto ansiosa... o se invece avesse un problema fisico? Ringrazio infinitamente per l'attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
cara lettrice,


la situazione descritta nel suo ragazzo non è molto infrequente.
Le motivazioni per cui un maschio riesca ad eiaculare solo dopo una stimolazione peniena manuale, propria o della propria partner possono essere molteplici.
da fattori "psicologici" anche complessi che dovrebbero comunque esser valutati da uno specialista a fattori organici.
In molti casi ho potuto verificare la presenza di fattori vascolari che impedivano il raggiungimento di una ottimale rigidità ed il suo mantenimento solo con stimolazioni peniene molto "decise".
Una valutazione andrologica sembrerebbe importante per cercare di risolvere l'inconveniente che il desiderio di fertilità può trasformare in problema
cari saluti