Utente 480XXX
Salve. Ho autofonia all'orecchio destro da 2 anni, sviluppatasi dopo acufene di ritorno da un viaggio in aereo. Da analisi effettuate con esimio Prof. Teggi al S.Raffaele di MI (VEMPs e TAC rocche petrose) non si può escludere deiscenza canale semicircolare superiore. Tuttavia il disturbo si manifesta con intensità variabile a seconda della posizione del collo, diminuisce leggermente premendo sotto la laringe a destra e scompare se sono steso o a testa in giù. Associato con lievissima sensazione di giramento di testa se effettuo manovra di Valsalva ( pratico subacquea da quando bambino e la manovra mi risulta facilissima). Sospetto pertanto che sia coinvolta la tuba di Eustachio destra, in quanto sento il respiro nell'orecchio destro e ho la sensazione di in canale aperto sul lato destro. Tuttavia secondo un test effettuato rapidamente un anno fa per misurare la funzionalità tubarica, tutto sembrerebbe normale. Escludo problemi gnatologici, verificati all'ISI di Milano. Scrivo perché non mi dò per vinto e vorrei raccogliere pareri su possibili ulteriori accertamenti/terapie (ad esempio, un esame visivo della tuba - se fattibile- non è mai stato effettuato). Grazie. Cordialità
[#1] dopo  
Dr. Gaetano Moccia
28% attività
20% attualità
12% socialità
AFRAGOLA (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Salve ,
un esame "visivo della tuba " o meglio della parte che si collega con il rinofaringe puo' essere effettuato con una rinoscopia a fibre ottiche. Pratichi prima nuovamente esami della funzionalita' tubarica.
Saluti