Utente 494XXX
Buonasera, il 4 aprile a sorpresa mi hanno fatto il drug test alla visita medica per il lavoro (per la prima volta). Naturalmente sono risultato positivo (>50ng/ml) soltanto al thc in quanto fumo da 5 anni circa 1g di erba alla settimana. Sulla carta rilasciata dalla medicina del lavoro c’è scritto: idoneo temporaneamente, ripetere visita dopo due mesi. Il test è fissato entro il 3/6 ovvero 60 giorni esatti dall’ultimo giorno dove ho fumato. Da quel giorno non ho mai più fatto neanche un tiro. Domanda: ci sono possibilità che risulto ancora positivo dopo 60 giorni di astinenza totale? Peso 70kg e sono alto 180cm.
Grazie
[#1] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Gentile Utente,
dopo 60 giorni di completa astinenza i valori di THC nelle urine molto probabilmente scenderanno al di sotto del livello di CUT-OFF.
Ciò non è però certo al 100% in quanto l'esito può essere influenzato da diversi fattori da soggetto a soggetto (per esempio il rapporto di massa grassa).

Lei afferma che è stato fatto un giudizio di idoneo temporaneamente. Che mansione svolge?
A rigor di legge avrebbero dovuto emettere un giudizio di NON idoneità temporanea alla mansione a rischio per l'incolumità di terzi e l'avrebbero dovuto inviare al SERT competente per territorio per gli accertamenti di secondo livello.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 494XXX

Iscritto dal 2018
Buonasera e grazie della risposta.
Ho la mansione di viaggiatore-consegnatario e venditore di merci.
Il giorno del test gli operatori mi dissero che se risultavo positivo al primo livello dovevo ripetere il test entro due mesi. Nel caso in cui non superavo neanche il secondo livello, a quel punto sarei stato allontanato dalla mansione perché risultato non idoneo.
Ho sentito anche il parere del consulente del lavoro il quale mi ha confermato che se al secondo livello andrà bene potrò continuare la mia mansione come ho sempre fatto.
A questo punto le porgo un altro quesito: il fatto che sia stato a contatto di rado con fumatori in luoghi anche chiusi, respirando quindi fumo contenente thc espulso da loro, ma comunque senza aver mai fatto un tiro nei miei 60 giorni, potrei essere penalizzato?
[#3] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Gentile Utente,
partiamo dal secondo quesito. Perchè un soggetto risulti positivo al test thc in conseguenza di SOLO fumo passivo è necessario che il fumo passivo sia stato veramente tanto e l'aereazione poca. Praticamente possiamo dire che il rischio di risultare positivi per il solo fumo passivo è presente se il soggetto che ha "subito" il fumo passivo ha percepito gli effetti del THC.
In merito alle procedure di "accertamento di assenza di assunzione di sostanze stupefacenti e psicotrope" la norma prevede che in caso di un riscontro positivo (effettuato con esame immunoenzimatico confermato da esame con cromatografia abbinata a spettrometria di massa), il dipendente venga temporaneamente dichiarato inidoneo alla mansione a rischio (nel suo caso immagino l'uso di mezzi) ed inviato al SERT il quale dopo le indagini del caso comunica al medico competente se vi sono condizioni di tossicodipendenza o se si tratta solo di uso occasionale (o ricreativo come oggi molti lo chiamano). Il medico competente, in caso di uso occasionale riammette, se lo ritiene, il dipendente al lavoro a rischio eseguendo nei sei mesi successivi un esame a sorpresa ogni mese.
Come vede la procedura è molto stringente e precisa.
Nel suo caso, mi permetta di dirlo, è stato attuato un approccio molto "morbido" che, fossi in lei non deluderei.
cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 494XXX

Iscritto dal 2018
Buonasera ancora,
Immagino proprio di non deludere le mie aspettative... in fondo non avrei nessun profitto a mentirle dicendole che non ho più toccato una canna dal 4 aprile.
Tengo molto al mio lavoro e ci credo tanto quindi da quel giorno non ho più toccato nulla e non lo farò più. Credo che 60 giorni vista la mia stazza non molto grassa e il mio “sforzo” se così si può definire di non fumare siano sufficienti per farmi risultare positivo...
Comunque una domanda mi sorge spontanea: è mai possibile che il medico legale o chi per lui abbia deciso un provvedimento che, stando alle sue parole, non rispecchia l’iter classico del mio caso?
[#5] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Gentile utente,
non era assolutamente mia intenzione supporre che lei mi stesse mentendo. Giustamente come dice lei, a che prò?
Per quanto riguarda l'ultima domanda non saprei cosa risponderle. Senza dubbio la procedura prevista dalla legge è quella che le ho descritto.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 494XXX

Iscritto dal 2018
Gentile dottore non ho mai supposto che lei abbia pensato che le stia mentendo.
È stato molto disponibile, la ringrazio per il suo tempo. A risentirci e... incrociamo le dita.
[#7] dopo  
Dr. Domenico Spinoso
28% attività
20% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2018
Andrà certamente tutto bene.
Cordiali saluti