Utente 983XXX
Buongiorno
Mio papà 70 annio a novembre , da circa 25 gg ha subito un intervento di Tiroidectomia totale per una massa tumorale importante con riultato istologico PT3ApNXM1 ( metastai ai polmoni circa 6 / 7 per parte) , carcinoma scarsamente differenziato follicolare .
Il nostro Oncologo ( siamo in cura al San Raffaele di Milano) prima di iniziare la terapia con pastiglie di Lenvima ci ha prescritto TAC e PET per vedere che non ci siano altre sorprese ( ossee ??) .
La salute generela a parte l'umore è molto buona, solo la voce è bassa e a volte si sente come un nodo in gola, con fastidio nel deglutire ( forse dovuto all'intervento subito )
Cosa dobbiamo aspettarci con questa cura con questo tipo di " pastiglie" che so essere abbastanza nuova ??
Che speranze in termini di mesi o speriamo anni ci sono con questo tipo di cura ?? Nel caso la cura non vada come ci hanno illustrato i medici ci sono altre alernative terapeutiche ?
In attesa porgo distitni saluti
[#1] dopo  
Dr. Lorenzo Ruggieri
20% attività
8% attualità
8% socialità
()
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2017
Gentile utente,
Lei deve essere consapevole che Suo padre ha attualmente una diagnosi di malattia metastatica, ovvero localizzata anche al di fuori della tiroide (polmone, restanti distretti da verificare), per cui non si può considerare una malattia guaribile, ma esclusivamente curabile.
Il farmaco di ultima generazione proposto dai colleghi Oncologi è sicuramente il più indicato nella situazione clinica del papà.
In termini di prognosi è importante considerare che, in relazione anche alla quantità di malattia presente nel corpo del papà, si parla quasi sicuramente di mesi.
Si potrà parlare di anni in caso di risposta clamorosa alla cura, possibilità che seppure minima non è da escludere in assoluto.
Le faccio in bocca al lupo a lei ed a suo padre.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 983XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno Dottori,
A 3 mesi di distanza dalla prima TAC, dove venivano individuate alcune metastasi polmonari, le due più grosse di circa 1.2 cm e altre 6 / 7 più piccole, e dopo l'operazione di asportazione della tiroide , rifacciamo TAC e PET, Torace , addome superiore ed inferiore .
I risultati sono che non ci sono stati mutamenti nei polmoni, e non ci sono altre metastasi nei distretti interessati. ( la nostra oncologa sospettava ci potessere essere altri distretti)
Abbiamo cominciato da pochi giorni la cura con LENVIMA 24 mg al giorno.
Le condizioni di salute sono ottime, lavora ( lavori manuali ) senza particolari problemi. Anche il problema della voce, dopo esame con ottorino sembra dovuto ad uno stressamento delle corde vocali e si dovrà procedere con sedute di logopedia.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Viviana Frattini
20% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
Sono molto felice che suo padre , in esiti di K tiroide in stato avanzato, risponda alla terapua di ultima generazione con Lendinara.
Complimenti . Per ogni dubbio rimaniamo a sua disposizione
Cordiali saluti
Viviana Frattini
[#4] dopo  
Utente 983XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno,

La terapia è iniziata da 1 settimana e per adesso a parte dei problemi intestinali ( ormai passati ) non avverte grossi disturbi.
Tra 30 giorni abbiamo il primo controllo ..
L'oncologa ci ha detto che non avendo avuto dei mutamenti o un aumento delle metastasi nei 3 mesi passati ( senza Lenvima) è un fattore positivo, e speriamo che adesso con questo nuovo farmaco si possa avere un " controllo " o quanto meno un controllo più a lungo possibile, pur consci che la guarigione ovvero la scomparsa delle metastasi è praticamente impossibile .
Molte grazie