Utente 500XXX
Buongiorno,
nel 2016 ho fatto le analisi sanguigne in verifica di malattie sessuali con tale riscontro:
TPHA 1/5120
VDRL 1/32
PCR 0.4 (RIFERIMENTO 0.0-3.0)
Mi sono rivolto a un dermatologo e ho iniziato a fare una cura a base di antibiotici ma senza riportare sintomi di alcun tipo, nessun sifiloma o altro.

Le ultime analisi effettuate all'inizio del 2018 riportano tali risultati:
TPHA 1/1280
VDRL 1/8
PCR 0,19 (RIFERIMENTO < 0,50)
HIV (Antigene p24 e anticorpi HIV 1+2) 0,23 non reattivo
continuando a non avere alcun tipo di sintomo.

Giorni fa ho fatto sesso orale da passivo e da attivo con un ragazzo. Potrei averlo contagiato?
Grazie per l'attenzione prestatami.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente, molto chiaramente:

se lei ha effettuato una terapia specifica per la sifilide composta di iniezioni intramuscolari antibiotiche per un determinato periodo di tempo e a seguito di questa non ha avuto altri rapporti sessuali a rischio, la situazione di potenzialità infettiva non si pone;

in qualsiasi altra condizione le consiglio di determinarsi subito con il suo specialista di venereologia anche per un approfondimento clinico e sierologico.

Dr Laino
[#2] dopo  
Utente 500XXX

Iscritto dal 2018
La ringrazio Dottore.
[#3] dopo  
Utente 500XXX

Iscritto dal 2018
Un'ultima domanda: ho il timore di contagiare i miei familiari o i miei cuginetti col contatto fisico, è possibile che ció avvenga o la sifilide si trasmette solo per via sessuale?