Utente 531XXX
Gentile Dottore,ho 45 anni, nessun intervento, nè malattie precedenti, eccetto un'allergia asmatica ai pollini trattata occasionalmente con cortisone e ormai quasi scomparsa. Sposato,2 figli,impiegato, faccio ciclismo agonistico amatoriale da 5 anni e,nei primi anni, pur essendoci qualche extrasistole esclusivamente extraventricolare, mi è stato dato il certificato, con ECG a riposo e al cicloergometro e, l'anno scorso anche con l'ecodoppler.
Quest'anno mi è stato chiesto Holter 24 ore (eseguito con un'ora di cyclette a 130-140 bpm con scatti fino alla soglia di 170). Esito: freq.media=71, minima=33 (all'alba),massima=170 (nel picco di sforzo). Ritmo sinusale stabile a fvm diurna 72/min e notturna 58/min. Non alterazioni ischemiche tratto ST-T. Nessuna pausa patologica. Frequente extrasistolia sopraventricolare(4336 in totale) singola e in coppia. Frequente extrasistolia ventricolare(3991 in totale) polimorfa, singola ed in 1 tripletta a 162/min. In pratica, le extrasistole non aumentano con lo sforzo, ma nemmeno diminuiscono (308 in un'ora di lavoro e 338 in un'ora di cyclette), presentando anzi una pericolosa tripletta in uno dei picchi dello sforzo.
Allora mi è stato richiesto un altro ecodoppler su cui non mi dilungo e che ha dato esito negativo, non evidenziando alcun problema ed escludendo qualsiasi incompatibilità con la pratica agonistica.
Non ho precedenti familiari per problemi cardiaci nemmeno risalendo fino ai nonni materni e paterni e ai collaterali. Gli esami del sangue sono totalmente negativi su tiroide, potassio, emocromo(solo leucociti 4.03 su min. di 4.80 e Monociti 11.4 su 9),colesterolo, trigliceridi,urea, glucosio.
Per concludere il quadro,non ho disturbi gastrici tipo ernia jatale, non prendo nessun tipo di farmaco, l'unica ansia che ho in una vita felice è quella che mi stanno facendo venire, perchè - a parte il certificato che mi è stato negato finchè l'Holter sarà come il precedente - comincio ad avere paura.
Chiedo: queste ventricolari e questa tripletta sono compatibili con un cuore sano o mi devo rassegnare che qualcosa davvero non va?
Cosa posso avere, cosa posso rischiare facendo sport impegnativo anche se non agonistico, quali esami devo fare per escludere ulteriormente dubbi?
Scusi se son stato prolisso e la ringrazio anticipatamente per la cortesia.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, in base all'esame Holter praticato, che evidenzia un'aritmia extrasistolica tale da non poterla ritenere idonea all'attività sportiva, ritengo utile una eventuale terapia farmacologica da concordare con il suo cardiologo di riferimento. In assenza di altri fattori di rischio, ritengo comunque non particolarmente preoccupante la sua situazione clinica attuale.
Cordialmente,
[#2] dopo  
Utente 531XXX

Iscritto dal 2005
La ringrazio infinitamente della risposta.