Utente 142XXX
Buongiorno e grazie per il vostro utile servizio.
Ho 37 anni e mia moglie 39; dopo una gravidanza che purtroppo si è conclusa con un aborto spontaneo (2001),abbiamo concepito un figlio nato nel 2003 (dopo nove mesi di tentativi) e da due anni stiamo tentando di averne un secondo. Mia moglie ha già effettuato una visita ginecologica di controllo in cui tutto risulta normale; in questi giorni, visto che la cicogna non vuole arrivare, ho effettuato uno spermiogramma il cui risultato ci ha molto demoralizzato. Ecco alcuni valori:
Conc. spermatozoi: 51 mil/cc.
Motilità a 60 min:
progressiva rapida: 0%
progressiva lenta: 29%
non progressiva: 44%
immobili: 27%

Vitalità dopo 60 min: 73%

Forme normali: 11%
Forme anormali: 89% (testa: 71%, tratto intermedio: 10%, coda: 8%, residui citoplasmatici: 0%)

Leucociti: 0,2 mil/cc; IgG MAR Test: negativo.
Aggiungo che non ho mai avuto nessun problema al tratto uro-genitale, tranne un episodio di herpes genitale 8 anni fa.

Ho già preso appuntamento per una visita andrologica, ma nel frattempo la nostra preoccupazione sale, soprattutto per quanto riguarda i valori di motilità e di morfologia...
Per questo vi pongo due "impellenti" domande:
Questi valori potrebbero rientrare in qualche modo, visto che solo pochi anni fa siamo riusciti a concepire?
La mia teratospermia potrebbe portare, eventualmente ci fosse una gravidanza, ad un aborto o al concepimento di un bambino con malformazioni?
Grazie ancora per la vostra attenzione.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
una pregressa gravidanza, sia essa esitata in aborto che portata a termine, è generalmente un fattore prognostico positivo; è la prova lampante della vostra comprovata fertilità.
Dallo spermiogramma che riporta emerge una buona concentrazione di spermatozoi (non ha però riportato il volume); una ridotta motilità progressiva e un numero di malformati un pò alto.
Voglio comunque subito tranquillizzarvi relativamente alla paura di concepire un figlio malformato per via degli spermatozoi abnormi; una forma anomala impedisce allo spermatozoo di penetrare nell'ovocita pertanto non è in grado di fecondare. Le malformazioni fetali, comunque, sono solo causate dalle anomalie genetiche (cromosomiali).
Faccia, come correttamente ha programmato, una visita Andrologica mirata a cercare e correggere eventuali patologie che hanno ridotto la qualità seminale; tenendo comunque presente che l'età biologica femminile, nonostante il Ginecologo abbia dato l'ok, non è più ottimale.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile Signore,
a quanto detto il Dr Benaglia aggiungo che ,se vuole comunque vuole avere più informazioni su questo tipo di problematiche , può consultare il manuale , scritto in modo semplice e facile dalla Dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano", CIC edizioni internazionali, Roma . Auguri ed un cordiale saluto
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
la Sua astenoteratozoospermia, a mio modo di vedere merita ultreriori controlli e conferme. Il Suo Andrologo deciderà in merito.
Per il resto, condivido pienamente quanto asserito dal Collega BENAGLIA.
Affetuosi saluti ed auguri per tutto.
Prof. Giovanni MARTINO