Utente 141XXX
Gentili dottori,

vi scrivo per chiedere una vostra opinione sulla gravidanza che mia moglie sta portando avanti e che ci preoccupa e sconforta sempre di più.
Mia moglie ha sempre avuto cicli molto regolari (30-31 giorni) e le date degli ultimi cicli sono:
- 03/03/2006
- 10/03/2006 (dopo un episodio febbrile acuto)
- 05/04/2006
Abbiamo voluto e cercato la gravidanza avendo rapporti non protetti nei giorni 16/04 e 23/04 e poi, impazienti come non mai, abbiamo eseguito un primo test sulle urine il 05/05/2006 (negativo) e un secondo il 08/05/2006 (negativo). Dopo questa delusione e dopo un consulto con il ginecologo abbiamo fatto un dosaggio beta hcg il giorno 11/05/2006 che ha dato valore 32 mIU/mL. L'enorme felicità iniziale ha lasciato il passo alla delusione quando abbiamo appreso dal ginecologo che il valore era troppo basso: ripetuto l'esame il giorno 15/05/2006 si é riscontrato un valore pari a 50,2 mIU/mL, che non ha fatto altro che confermare il pessimismo delle previsioni. Va precisato che mia moglie non ha perdite né dolori né nausee mentre avverte gonfiore e dolore al seno e un senso di stanchezza e di sonno.
Il dottore da cui é in cura mia moglie dice che, pur sapendo che i valori del beta hcg non sono per nulla buoni, non si può fare altro che aspettare che tali valori arrivino a 5000 per poter fare una ecografia (se non arriva a quei valori dice di non poter rilevare nulla).
La mia domanda é: é possibile una cosa del genere? Non esistono medicine da prendere per aiutare la produzione di hcg?
Non é possibile antcipare una ecografia per vederci più chiaro? Davvero dobbiamo stare con le mani in mano aspettando qualcuna delle terribili sentenze che ho letto in questo sito?
Vi prego, aiutatemi, sono disperato.

Giovanni

[#1] dopo  
Dr. Aniello Castellano

20% attività
0% attualità
0% socialità
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
in primo luogo il dosaggio delle betaHcg e' indispensabile per accertarsi della qualita' della gravidanza, e chiaro che e' necessario evidenziare la camera gestazionale ( INTAUTERINA O EXSTRAUTETINA)quanto prima.
Utile e' una eco transvaginale nelle fasi precoci, cioe' quando la beta e' bassa.
In qualche caso e' utile somministrare progesterone per aiutare un po' la gravidanza nelle fasi iniziali.
Distinti Saluti
DOTT. ANIELLO CASTELLANO
VIA DELL'EPOMEO 180 NAPOLI
TEL 081 7663200

[#2] dopo  
Dr. Mario Arca

24% attività
4% attualità
12% socialità
OLBIA (SS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile coppia,
effettivamente, basandoci sui valori delle BHCG, che non sono neppure raddoppiati dopo 4 giorni, c'è un forte sospetto sulla evolutività di questa gravidanza; pertanto un controllo ecografico sarebbe indicato,potrebbe però anche essere procastinato ad un successivo dosaggio ormonale,che non credo ,per la mia esperienza,sarà confortante.Pertanto vi scrivo ciò che farei in questa circostanza.
Dopo un ulteriore dosaggio eseguirei una ecografia trans-vaginale aspettandomi di trovare una piccolissima sacca gestazionale dismorfica o soltanto un ispessimento endometriale.A questo punto farei una isterosuzione e, dopo 24 ore, un ridosaggio delle BHCG aspettandomi un netto calo.Se ciò non dovesse avvenire devo supporre una GEU e quindi monitorare le BHCG ed in caso di aumento effettuare una laparoscopia o una terapia farmacologica.
N.B.cercando di intuire il pensiero del collega visti i valori delle BHCG ritengo che aspetti la mestruazione e l'ecografia ci fornirebbe dati sulla necessità di una REV.
Sperando di essere stato esaustivo
saluti
Dott. Mario Arca
Dottor Mario Arca
dirigente medico 1 livello
Ospedale"Giovanni Paolo 2" Olbia

[#3] dopo  
Utente 141XXX

Gentilissimi dottori,

innanzi tutto grazie per le vostre risposte, le quali, purtroppo, hanno previsto ciò che in realtà é accaduto.
Infatti mia moglie il 17/05 ha avuto delle perdite che il giorno successivo sono diventate più abbondanti. La visita del ginecologo, eseguita il giorno 18, ha evidenziato l'assenza di camere gestazionali e un ispessimento irregolare dell'endometrio. In altre parole ci ha diagnosticato un microaborto e ha previsto per mia moglie un ciclo con flusso più abbondante del solito dopo il quale la situazione si sarebbe normalizzata e il valore del BHCG (da tenere sotto controllo) sarebbe sceso a valori nulli. In realtà tutto ciò che aveva previsto é accaduto ma il BHCG non riesce a scendere: il giorno 18/05 (che possiamo prendere come inizio del ciclo) era pari a 60,2 mentre il giorno 23/05 (il ciclo é terminato il giorno 21/05)é risultato pari a 69.
Il ginecologo dice che, nonostante anche lui si aspettasse un valore in netta diminuzione, per il momento non bisogna preoccuparsi e che si deve tenere sotto controllo il BHCG in attesa che torni a 0.
Nel frattempo noi siamo passati dallo sconforto allo scoramento alla paura per la saluta di mia moglie. La mia domanda é: come si può escludere con certezza una GEU? Esistono altri controlli più approfonditi da poter fare? I valori di BHCG rilevati possono essere compatibili con un microaborto?

Vi ringrazio infinitamente per le risposte che vorrete darmi,

Giovanni

[#4] dopo  
Dr. Mario Arca

24% attività
4% attualità
12% socialità
OLBIA (SS)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile coppia,
mi dispiace per come sta procedendo il caso; ma se vi può essere di conforto, dati i bassi valori di BHCG, pare trattarsi di aborto precoce con sacco gestazionale in sede tipica o anche (ma sempre aborto)di a. tubarico.
Nel mio precedente scritto ho suggerito un eventuale personale comportamento diagnostico.
auguri
Dott. Mario Arca
Dottor Mario Arca
dirigente medico 1 livello
Ospedale"Giovanni Paolo 2" Olbia