Utente 141XXX
Salve, dall'eta' di circa 25 anni mi sono accorto che i valori del mio colesterolo totale sono superiori alla norma, all'inizio sono riuscito a tenere sotto controllo i valori aggiustando la dieta ma ora cio' non e' piu possibile anche se continuo a seguire una dieta assai rigorosa (pochi grassi, niente dolci etc etc), sono regolarmente seguito presso un centro di dislipidemie faccio presente che mio padre (91) diabetico ma non ipéercolesteromico e' cardiopatico dall'eta' di 70, mia madre (83) da cui ho ereditato i valori alti di LDL e HDL non ha mai sofferto di cuore. Per avere un quadro piu completo della mia situazione aggiungo i valori ematici delle mie ultime analisi Col 300, Tri 96, HDL 64, LDL 217, Glicemia 104, peso 62,5 altezza 165 faccio attivita fisica durante tutto l'anno jogging e step in inverno, step e ciclismo durante la bella stagione non fumo, l'eco doppler e'risultato negativo e la prova da sforzo pure, ho usato fibrati per un periodo senza ottenere grandi risultati, prima dell'eventuale trattamento con statine l'ultimo tentativo che mi hanno consigliato sono i fitosteroli, e ora il quesito e' se iniziare un trattamento farmacologico con statine da seguire per anni oppure continuare nella situazione attuale magari con un trattamento a cicli.
Arrivederci e grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giancarlo Sportelli
20% attività
0% attualità
0% socialità
CODOGNO (LO)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2005
Francamente, se Lei fa sport, segue una dieta attenta, non capisco il timore di iniziare una terapia con le statine. Certo bisognerà vedere che non vi siano effetti collaterali, però non capisco il timore di assumere questo tipo di farmaco, mentre non ha avuto difficoltà ad assumere i fibrati (!). Per cui, se il suo Medico le consiglia di iniziare una terapia con statine, la segua con fiducia. Opure faccia come fanno alcuni fumatori che smettono di fumare dopo il primo infarto. Cordialità. Giancarlo Sportelli
[#2] dopo  
Dr. Ugo Miraglia
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
non mi sembra ci siano molte alternative al trattamento con statine, che cmq danno ottimi risultati e sono sempre meglio tollerate (nonostante la demonizzazione degli ultimi tempi...)
[#3] dopo  
Dr. Guglielmo Mario Actis Dato
44% attività
8% attualità
16% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2004
mi associo a quanto consigliato dai colleghi...
Le statine sembrano avere dagli studi piu recenti e dalla pratica clinica un effetto e una efficacia nel prevenire i danni cardiovascolari e cerebrali molto importante, e quindi se indicate come in questo caso non vedo perche non vadano usate...
[#4] dopo  
Dr. Leda Moro
24% attività
0% attualità
8% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Vorrei sottoporre alla vostra attenzione un protocollo alimentare di 2 settimane, definito dieta oloproteica con ausilio di supplementazione aminoacidica, con il quale e'possibile ottenere un decremento medio del 18% dei valori del colesterolo totale . ( da "Sindrome dismetabolica e diete, L.Moro/ G.Oskarsbsky,congresso nazionale agora'2004). Con osservanza