Utente 148XXX
Salve, ho 39 anni. Ho fatto uno spermiogramma nel 1999 ed è risultata un’azoospemia. A seguito di questo mi sono rivolto ad un andrologo che mi ha riscontrato: la prostata discretamente aumentata di volume e la presenza di varicocele a dx e sx di II e III grado, non operati perchè il dottore ha ritenuto non essenziale per la risoluzione del mio problema. Ho fatto solo l’esame cromosomico(ok) e gli esami ormonali, con relativa cura (senza risultati). Senza farmi fare ulteriori indagini, il dottore ha deciso di farmi una biopsia testicolare. L’intervento ha avuto esito positivo perché il testicolo non era atrofico anzi mi hanno prelevato del tessuto contenente spermatozooi (o forse qualche forma embrionale – non ricordo) congelato e utilizzato successivamente per fare l’ICSI (non riuscita). Leggendo il sito mi accorgo che ci sono molti esami che si possono fare prima di arrendersi ad una diagnosi di sterilità. Visto che i testicoli producono spermatozooi, perché non fuoriescono? Inoltre, mi sono accorto che nell’ultimo periodo il liquido seminale che fuoriesce, a seguito di eiaculazione, è quasi inesistente, come se si stesse sempre più chiudendo il passaggio. Come mai? Potrebbe esserci un occlusione risolvibile con intervento chirurgico? L’esame di Stamley può essere utile nel mio caso? Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
mi sembra chiaro che il suo problema sia un' azoospermia ostruttiva (recupero di spermatozoi positivo alla TESE).
Il punto è che in questi casi la storia del paziente, le caratteristiche dello sperma (volume, pH), ormoni, esami genetici, la visita, le ecografie delle vie seminali (testicoli epididimi vescicole seminali, prostata e dotti ejaculatori)dovrebbero portare il clinico a una diagnosi.
Solo avendo le idee chiare si può proporre il passo successivo che può essee la sola TESE (per ICSI) se l'ostruzione è irrimediabile o tentare una ricanalizzazione microchirurgica per ripristinare la ferilità spontanea se l'ostruzione è a livello degli epididimi. Se l'ostruzione è a livello dei dotti ejaculatori nella prostata la cosa è un pò più complessa.

Un cordiale saluto
[#2] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2006
La ringrazio per la risposta.
Forse, i miei dubbi nel ritenere che prima di abbandonare tutto bisognava fare altri tentativi non erano del tutto infondati. Infatti, prima di intraprendere la pratica della fecondazione assistita ho chiesto di fare altri esami per vedere se ci potesse essere un'occlusione ma io e mia moglie siamo stati (letteralmente) spinti verso la fecondazione assistita, facendoci credere che quello oggi è il metodo più facile, nel nostro caso, di avere un figlio. Purtroppo, tanto facile non è!! Abbiamo fatto due volte l'ICSI, subendo le notevoli conseguenze fisiche, psicologiche ed economiche.
Adesso, dopo varie ricerche fatte su internet, ho deciso di fare degli esami più approfonditi, mi saprebbe consigliare un buon andrologo su Napoli? un medico che mi possa aiutare a cercare di risolvere il mio problema! Prima di riprovare l'ICSI vorrei avere la certezza di non essere in grado di avere un figlio naturalmente.
Grazie.
P.s. Secondo lei come sono i risultati delle mie analisi:
A) ricerca molecolare delle microdelezioni del cromosoma:
SY 81, SY 86, SY 128, SY 131, SY 138, SY 139, SY 220 SY 149, SY 150, SY 269, SY 272, SY 255, YRRM1, SY 158 TUTTI PRESENTI
B) SPERMIOGRAMMA
VOLUME: 0.9 - FLUIDIFICAZIONE: già avvenuta PH: 7.5
ASPETTO: bianco opalino - VISCOSITà: aumentata
SPERMATOZOOI : assenti
C.IMMATURE: assenti (nel precedente esame rare)
LEUCOCITI: diversi - CRISTALLI: assenti
ERITROCITI: assenti - COAGULI: assenti
FRUTTOSIO 211 - ACIDO CITRICO 8.84
FOSFATASI ACIDA 885 -ZINCO 29.1
NON HO FATTO IL MAR-TEST
FSH 2.43
LH 3.05
PROLATTINA 5.46
[#3] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
concordo con quanto asserito dal Collega BENAGLIA.
Auguri affettuosi per la pronta risoluzione del problema e per il Suo desiderio di concepimento. Un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#4] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Caro Utente,
sono pienamente daccordo sull'impatto psico-fisico-economico della ICSI sulla coppia.
Lei ha un volume dell'eiaculato molto basso; sarebbe importante, a completamento diagnostico, effettuare una ecografia delle vie seminali distali (prostata, vescicole seminali) per verificare la normale pervietà dei canali e l'assenza di cisti che sono causa di ostruzione.
L'FSH normale depone appunto per una normale funzione gonadica.
Degli esami genetici mancano Cariotipo e Screening fibrosi cistica.
Purtroppo non conosco Andrologi che si occupino in modo particolare di sterilità maschile nella vostra zona.
Mi dispiace davvero tanto.
Provi a fare una ricerca sul sito www.andrologiaitaliana.it

Un sincero augurio