Utente 480XXX
Salve,
recentemente ho fatto la mia regolare visita dermatologica annuale per ilo controllo dei nevi (ne possiedo molti e fin da piccolo ho sempre svolto dei controlli preventivi). L'ultima visita l'ho svolta con la mtua presso un nuovo dermatologo, il quale dopo avermi visitato mi ha suggerito di effettuare a breve un'esame di epiluminescenza per checkare meglio 6 nevi da lui ritenuti un po' più pericolosi degli altri (ma non maligni) nel senso che necessitano di essere seguiti con più attenzione....ovviamente mi ha proposto di effettuare esame e viita presso di lui nel suo studio specialistico per avere una sorta di growing up della mia situazione.
La mia domanda è questa: non conoscendo questo tipo di esame, malignamente ho pensato che volesse diciamo così "fidelizzarmi" come cliente; non voglio assolutamente sottovalutare l'utilitàdi questo esame (visto l'argomento che mi sta a cuore), ma al tempo stesso non vorrei spendere molto e quin di mi chied quanto potrebbe essere il costo indicativo per questo esame e se può esser lo stesso farlo magari alla mutua per poi potare i risultati e farmi visitare dallo stesso dermatologo.
Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
in questa sede possiamo solo dire che la videodermatoscopia ad epiluminescenza è un esame molto utile, ed a mio parere basilare, per la prevenzione del melanoma e screening delle lesioni pigmentate.
Sulle parcelle dei singoli professionisti in regime di libero mercato, variabili a seconda del caso anche in ordine alle attrezzature tecnologiche utilizzate ,costose,,nulla possiamo dire.
Perchè non glielo chiede direttamente?
cordialità
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

l'epiluminescenza, non serve a fidelizzare il paziente ma a salvargli la vita (e non è una frase ad effetto)

Sappia che potrà effettuarla dal suo specialista dermatologo di fiducia, privatamente, o presso le tantissime strutture pubbliche disseminate sul nostro territorio: per tale procedura solitamente si deve effettuare PRIMA la visita dermatologica e POI sarà il dermatologo a scegliere su quali lesioni pigmentarie è necessario procedere con questa tecnica, che può essere manuale o computerizzata con o senza refertazione cartacea ma sempre (in questo caso) con la raccolta e la conservazione delle immagini, che saranno poi confrontabili nel tempo.

cari saluti
[#3] dopo  
Utente 480XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimi dottori,
volevo aggiornarvi sulla questione da me affrontata.
Come da vostro suggerimento ho svolto l'esame in epiluminescenza che mi aveva suggerito il dermatologo dopo la visita specialistica effettuata.
Dall'esame effettuato non è risultato nulla di anomalo, ma mi hanno comunque suggerito anche loro di effettuare visite di controllo dermatologico almeno una volta l'anno.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Davide Brunelli
32% attività
8% attualità
16% socialità
CESENA (FC)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2000
La dermatoscopia deve essere disponibile in qualsiasi ambulatorio pubblico di diagnosi e prevenzione del melanoma cutaneo e pertanto non vi è necessità di ricorrere a strutture private per questo motivo. Anche se la struttura non è dotata del dermatoscopio computerizzato va benissimo quello manuale. Non e' importante lo strumento ma l'esperienza di chi lo usa. Infine le assicuro che i nevi non vanno controllati: e' l'intera superficie cutanea che deve essere controllata periodicamente dal momento che l'80% dei melanomi insorge su cute sana. Non vi e' una regola su quanto tempo debba intercorrere tra i controli: molto contano i fattori di rischio individuale che vengono valutati al momento della prima visita. In caso di dubbi l'elemento melanocitario atipico va asportato ed analizzato istologicamente.
Cordialissimi saluti
[#5] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le pz
aggiungo a quanto già detto che la dermatoscopia sta diventando una attività del dermatologo a maggior specializzazione.
Chi la esegue di regola ha seguito ulteriori corsi, qualificanti (es. quelli del dermascopy working group, verificabili))ed acquisito esperienze e professionalità.
Per mia preferenza consiglio i dermatoscopi con possibilità di archiviazione dati , per la ovvia intrinseca necessità di successive comparazioni.
E' comunque chiaro che la componente soggettiva (l'operatore) può innalzare sensibilmente l'accuratezza diagnostica (come per le ecografie e tanti altri esami diagnostici).
Cordialità
Cordialità
[#6] dopo  
Utente 480XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimi dottori,
vi ringrazio moltissimo per l'interessamento che mostrate alla mia situazione; seguirò i vostrai preziosi consigli per svolgere una più accurata indagine evolutiva della mia pelle e nevi.
Vi terrò sempre al corrente su ogni significativa evoluzione.
Grazie mille