Utente 468XXX
Gentili medici,
sono un ragazzo di 21 anni e da sempre ho problemi di erezione. Ho l'erezione (anche se il pene non mi sembra del tutto rigido) e comunque la perdo subito. Questo non mi consente ne di indossare il profilattico ne tantomeno di avere un rapporto.

Sono stato da un andrologo che, dopo aver ascoltato il mio problema, ha eseguito un doppler il cui responso è:

"Il doppler penieno eseguito prima e dopo FIC con Alprostadil da 3 mcg, mostra le artesrie normopulsanti e l'assenza di deficit di flusso arterioso a carico delle arterie peniene. Si nota tumescenza peniena con un'erezione che appare insufficiente per la penetrazione".

Dopo questo esito, mi ha prescritto il cialis da 5 mg e mi ha detto di prenderlo per 28 giorni (nella scatola ce ne sono 28) per vedere come va e poi stare una settimana senza prenderlo per vedere se cambia qualcosa. Io lo sto prendendo da 3 giorni...noto dei risultati, nel senso che il pene mi sembra più rigido e quando sono eccitato ho subito un'erezione, ma ieri per prova ho provato a indossare un profilattico ma non sono riuscito a indossarlo perchè il glande non era rigido.

Mi ha detto che se con il cialis non va, si può sospettare una fuga venosa. Io ho troppa paura perchè ho letto che l'unica soluzione per la fuga venosa e la protesi e io non voglio metterla.

Cosa mi consigliate voi? Spero di ricevere presto una vostra risposta.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
non corra col pensiero alla fuga venosa...
Innanzitutto il fatto che dopo 3 gg di Cialis 5mg lei noti dei miglioramenti è una notizia confortante.
Direi di seguire le indicazioni dell'Andrologo che la segue, e poi ci faccia sapere.
Si dia un pò di tempo, in altri termini, poi eventualmente si potranno considerare altre strategie diagnostiche.
Ci tenga informati.
[#2] dopo  
Utente 468XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per la risposta tempestiva. Ho letto che la legatura nel caso di fuga venosa è un intervento inutile. Ma se il Cialis non dovesse fuzionare e ci fosse una fuga venosa, non esiste un altro tipo di intervento a parte la protesi?
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

non si rovelli nel tentativo di trovare da solo una soluzione al suo problema e stia alle indicazioni che riceverà dal sua andrologo nel frattempo , se desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio, se non ancora fatto, di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Utente 468XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimi dottori, nel frattempo che finisco la cura, vorrei dirvi una cosa che non so se è influente e che ho dimenticato a dire al mio andrologo.

In quei momenti in cui il mio pene è in erezione, non ha la classica forma verso l'alto, ma anzi è curvato a metà dell'asta verso il basso. Questo può influire? Ho letto di problemi di erezione causa geomentrica o non so cosa...

Potete spiegarmi questo?

Grazie mille
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
aro lettore,

molto frequentemente soggetti con anomalie morfologiche dei corpi cavernosi ( deviazioni laterali o ventrali) presentano un insufficiente funzionamento del sistemo veno-occlusivo cavernoso tale da impedire un corretto raggiungimento della rigidità peniena se non durante una stimolazione diretta manuale ed impediscono di poterla mantenere in assenza di stimoli diretti.
qualche informazione ulteriore su www.erezione.org
L'atteggiamento del suo specialista mi sembra corretto. Io avrei consigliato una terapia per 3-4 mesi.
Non cominci a pensare alle possibili soluzioni chirurgiche !
Mai vendere la pelle prima di aver ucciso l'orso!!
cari saluti