Utente 982XXX
buongiorno, mia zia sarà sottoposta a bypass aortocoronarico. non volevo fare una domanda specifica sul caso ma un pochino in generale. sono un infermiera in pensione e la memoria su queste cose non c'è più. il medico mi ha spiegato un pochino ma non ho capito..
la domanda: perchè è preferibile fare il bypass con un arteria rispetto ad una vena?? quali sono i vantaggi e svantaggi di una rispetto all'altra??
la ringrazio in anticipo, cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, nella stragrande maggioranza dei casi l'intervento di by-pass avviene mediante la resezione dell'arteria mammaria interna sinistra o della radiale o della gastroepiploica, che a differenza della vena safena garantiscono una maggiore pervietà e quindi un flusso sanguigno più costante e duraturo nel tempo. I graft venosi, infatti, possono essere soggetti ad un rapido processso aterosclerotico e talora a facile riocclusione del vaso stesso e quindi a nuovo intervento.
Saluti