Utente 982XXX
buongiorno.. volevo fare due domande molto tecniche diciamo..
ho letto che nell'intervento di Bentall il graft vascolare viene pretrattato con albumina e reso impermeabile per evitare sanguinamento attraverso i pori della protesi.. perchè proprio con albumina??
altra domanda che non riesco a risolvere.. cosa sono i fili epicardici? non riesco a trovare la definizione, so solo che vengono rimossi in 3-4 giornata post operatoria e che il rischio alla rimozione, mi corregga se è errato, è il tamponamento cardiaco..
grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,il trattamento con albumina è molto utile per evitare il preclotting e la formazione di trombi a livello della protesi rendendola poco trombogenica e impermeabile il più possibile,per ragioni biochimiche piuttosto complesse la cui spiegazione copleta la può trovare su articoli specialistici pubblicati dalle ditte che producono tali protesi.
Per quanto concerne i fili epicardici,sono dispositivi che servono nel periodo perioperatorio(dove si possono avere instabilità elettriche e aritmie pericolose del cuore)per poter garantire una stimolazione cardiaca efficace in caso di necessità;la loro efficacia si riduce col passare dei giorni dall'intervento e pertanto vengono poi rimossi alla dimissione del paziente;può succedere che pur rimuovendo con cura(e tagliandoli se non dovessero sfilarsi agevolmente tanto anche se ne rimane una parte nel corpo non crea nessu problema)possono provocare un piccolo sanguinamento che se non si rimagina può accumularsi nella cavità cardiaca(essendo i fili attaccati al cuore) e dare tamponamento cardiaco,ovvero si accumula sangue e il cuore non riesce a battere agevolmente a causa della riduzione dello spazio;è una situazione che va risolta con l'evacuazione della cavità pericardica fatta con un agocannula sotto guida eco o con una piccola incisione in corrispondenza del processo xifoideo.Tenga presente che forunatamente è una eventualià molto rara e comunque che si risolve nella stragrande maggioranza dei casi senza troppe complicanze.
Cordialmente
dr.Annoni