Utente 364XXX
gentili dottori, mi sono sostanzialmente convinto dell'opportunità di ricorrere ad iniezioni di botulino per risolvere la mia iperidrosi ascellare. Leggendo le varie domande a voi poste mi sono però imbattuto in un utente che lamentava dolori al petto in seguito proprio a tali iniezioni. Sembrandomi improbabile una semplice coincidenza, la cosa mi ha messo sufficientemente in allarme. Vi chiedo se tali iniezioni di botulino, approvate si dal ministero della salute, siano stati però effettuate in questi anni in numero tale da poter avere una casistica significativa. Mi piacerebbe anche sapere come si è evoluta la situazione dell'utente di cui vi dicevo, ma nel tentativo di inoltrargli una mail privata, mi sono visto tornare sistematicamente indietro un segnale di errore. Sapete aiutarmi ? Grazie mille, buona giornata !!!
[#1] dopo  
15536

Cancellato nel 2010
Gentile utente,
ha perfettamente ragione circa la improbabilità che i dolori al petto del paziente che lei cita, siano da ascrivere ad un effetto collaterale della tossina: sono altri gli effetti collaterali descritti in letteratura in seguito a trattamento dell'iperidrosi con tossina botulinica.
La casistica e la letteratura scientifica sulla tossina è forse tra le più prolifiche della storia della medicina, tenendo presente che è anche uno dei business più enormi.
Si sono osservati: transitoria ipostenia (perdita di forza) della muscolatura della mano nella iperidrosi palmare, con ripercussione sui movimenti fini, ma nell'iperidrosi ascellare, a parte controindicazioni date dalla terapia concomitante con aminoglicosidi (un antibiotico) e una nota ipersensibilità alla tossina, il maggiore vantaggio di questo metodo consiste nella quasi totale assenza di effetti collaterali, in particolare di una sudorazione compensatoria rilevante, ovvero di aree che prima non sudavano e poi si metto a sudare per compenso, effetto collaterale di altre terapie. Eventuali altri effetti collaterali sarebbero comunque a carattere transitorio.
A volte può persistere per alcune settimane una debolezza muscolare a carico delle braccia molto rara nella iniezione ascellare. Nella letteratura medica è descritto un miglioramento in più di 95% dei casi nella iperidrosi ascellare. L'effetto alle ascelle dura tra i sei e 1 anno.
Cordiali saluti
Pierfrancesco Cirillo


[#2] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
per tranquillizzarla ulteriormente le dico che il dott. Cirillo che le ha risposto è un esperto in materia...
Saluti
Dr. Claudio Bernardi
www.claudiobernardi.it
[#3] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
caro utente
non mi risulta tale effetto collaterale e sarebbe molto improbabile data l'azione "miorilassante" del farmaco.
potrebbe trattarsi di una coincidenza tra una sintomatologia dolorosa e il trattamento con il farmaca.
nella mia esperienza in materia non ho avuto nè questo nè altri effetti collaterali con tale trattamento
saluti
[#4] dopo  
Dr. Carlo Iannace
16% attività
0% attualità
0% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 16
Iscritto dal 2008
concordo pienamente con i colleghi, ho la stessa esperienza